01 AGOSTO - Lifestyle / Viaggi

Viaggi, dieci comportamenti social da evitare in vacanza

Scritto da:

Con l’estate aumentano i viaggi 

Le vacanze estive sono per antonomasia quelle in cui si viaggia di più immortalando tutto sui social e condividendolo. Alcune destinazioni, sono definite più “instagrammabili” di altre, grazie a colori, scorci e atmosfere in grado di scatenare le invidie dei followers.

È il caso delle  isole greche di Mykonos e Santorini, o dell’italiana Capri. Queste mete rientrano nella selezione delle destinazioni più instagrammabili realizzata da Volagratis.com, che sul suo sito offre spunti e idee per chi quest’estate non vuole perdere lo scatto perfetto.

Tra i luoghi instagrammabili secondo Volagratis.com c’è anche Pantelleria, per gli amanti della vita attiva e del divertimento ci sono anche Formentera e Minorca, due tra le isole più gettonate dell’arcipelago delle Baleari, o Tenerife e Lanzarote, terre di vulcani e di natura incontaminata. Al di fuori dell’Europa spiccano l’affascinante Bali, con le sue famosissime risaie a terrazza, e Zanzibar.
Insta-viaggiatori: i più insopportabili nella classifica di Volagratis.com

Ogni estate il feed di Instagram è ricco di foto che tuttavia nascondono tipici comportamenti “Insta-maniacali”: dal perfezionista al food lover, senza dimenticare il photobomber o l’insta-partner. Volagratis.com ha svelato con un sondaggio le 10 abitudini degli instagrammer in vacanza più “odiate”.

1) Il perfezionista

Un milione di foto e altrettante pose diverse per trovare quella perfetta. Il perfezionista infastidisce il 33% dei viaggiatori, che, se si spostano con lui, si ritrovano o ad aspettare in un angolo, sperando di trovare sempre e comunque il momento giusto, o si diventare fotografi improvvisati mentre l’amico si posiziona di fronte all’obiettivo.

2) L’Insta-partner

Questa versione del perfezionista tedia il 31% dei viaggiatori che non solo si ritrovano a scattare centinaia di fotografie nelle quali il partner deve risultare al meglio, ma sempre più spesso vengono coinvolti in pose che sembrano tutto fuorché naturali. Basti pensare alla moda, apparentemente superata, del “follow me to”: chi stava dietro l’obiettivo doveva tenere per mano il partner come se fosse condotto chissà dove. Un applauso per la pazienza.

3) Il re e la regina del selfie

Lato destro, lato sinistro, da sopra perché allunga il viso, da sotto solo per essere un po’ più spiritosi: i re e le regine dei selfie conoscono ogni piccolo segreto e sanno sfruttarlo per realizzare foto nelle quali appaiono al meglio. Peccato che per immortalarsi in ogni situazione mettono a dura prova la pazienza dei loro compagni di viaggio, come rivela a Volagratis quasi un terzo dei viaggiatori.

4) Il photobomber

In posa per la foto: si scatta! Peccato che poi arrivi lui: il photobomber. Si piazza nell’inquadratura, con incredibile precisione proprio nel momento dello scatto, senza preavviso. Alcuni lo fanno di proposito infastidendo il 20% dei viaggiatori e rovinando irrimediabilmente la foto.

5) L’esagerato

L’esagerato immortala qualsiasi cosa, in ogni momento, dal paesaggio al più piccolo dettaglio. La versione avanzata? L’esagerato che ha appena scoperto la fotografia digitale e non solo scatta a ripetizione, ma immortala più e più volte lo stesso soggetto con impostazioni differenti. Questa tipologia di instagrammer può mettere a dura prova la buona riuscita della vostra vacanza: due viaggiatori su dieci hanno avuto la sfortuna di incontrarlo.

6) Il food lover

Un soggetto che su Instagram spopola è il cibo, quindi perché non immortalare ogni singolo piatto, dalla colazione in albergo al gelato serale, passando per pranzi e cene? Mangiare con un instagrammer fissato con il cibo significa portare alla bocca pietanze che ormai si sono raffreddate, assaggiare gelati ormai sciolti o “prestare” una mano o, addirittura, il proprio piatto al compagno di viaggio per la foto perfetta. Un comportamento che infastidisce il 17% dei viaggiatori. Consiglio a tutti i food addicted di Instagram: godersi i piatti prima che si squaglino al caldo.

7) L’amante delle foto di famiglia

Un viaggio di famiglia non può essere definito tale senza la foto di gruppo. Peccato che per realizzare lo scatto perfetto ci voglia sempre più tempo del previsto. I fissati con le foto di gruppo o di famiglia infastidiscono il 16% dei viaggiatori, costretti per minuti in posa o sacrificando il proprio braccio per un selfie nel quale rientrino tutti.

8) Il geek

Una reflex degna dei migliori fotografi, uno smartphone di ultima generazione e uno zaino pieno di attrezzatura fotografica: il geek è l’amico appassionato di tecnologia che in vacanza dà il peggio di sé infastidendo il 15% degli intervistati; lo stesso che ha bisogno di un’ora per preparare tutta l’attrezzatura e altrettanto tempo per controllare che ogni singolo elemento funzioni alla perfezione.

9) Il cecchino

Eccola lì: la posizione perfetta, quell’angolino dal quale la foto uscirà una meraviglia. Il cecchino la nota subito e non ha intenzione di rinunciarvi, costi quel costi, pazienza se dovrà aspettare la processione delle comitive di turisti per raggiungerla o trovarla vuota e, alla fine, passerà mezza giornata. Quando il cecchino punta il suo obiettivo non c’è temporale che gli faccia cambiare idea. Una vera scocciatura per il 15% dei viaggiatori che devono aspettarlo o abbandonarlo al suo destino. Viaggiare con un “cecchino” potrebbe  rivelarsi un’esperienza fatta di attese interminabili.

10) Il fotografo

Quando si viaggia con un fotografo è probabile che sia lui a portare a casa gli scatti migliori. Può capitare, però, che ogni tanto voglia anche lui una sua immagine di fronte a un importante monumento e così arriva a chiedere aiuto ai suoi compagni di viaggio. Che quasi sicuramente, tuttavia, non riusciranno a soddisfare le sue aspettative. Troppo educato per chiederne un’altra, il “fotografo” rimarrà con un’espressione corrucciata e infastidita per almeno un’ora, mettendo in difficoltà, almeno in un caso su 10 (15%) il suo accompagnatore.

Articoli correlati: