fbpx
Viaggi

Salar de Uyuni, dove il cielo stellato è uno spettacolo da togliere il fiato

19 Settembre 16 / Scritto da:

salar-de-uyuni-di-notte-by-daniel-kordan-new

Tra i pochi posti al mondo in cui l’inquinamento luminoso non è riuscito a rovinare l’osservazione del cielo notturno troviamo il Salar de Uyuni, la più grande distesa salata del pianeta

 

Siamo così abituati all’inquinamento luminoso, da dimenticarci spesso quanto il cielo sia in realtà una trapunta brillante di stelle, tale da togliere il fiato. Esistono però al mondo luoghi in cui le città sembrano essere solo un lontano ricordo, riallacciando l’uomo alla natura e alla vastità pura del cielo. Uno di questi è il Salar de Uyuni, la più grande distesa salata del pianeta, forte dei suoi 10.582 km². Posto a 3.650 metri di quota, si trova nell’altopiano andino meridionale della Bolivia.

 

Il Salar de Uyuni di notte fotografato da Daniel Kordan

 

Se con la luce del giorno lo spettacolo che il Salar de Uyuni offre è quasi paradisiaco, mentre le sue albe e tramonti regalano sfumature di colore da far invidia ai filtri di Instagram, di notte si apre di fronte agli occhi la bellezza dell’infinito. Negli scatti che mi mostriamo del fotografo russo Daniel Kordan, quella che si ammira riflessa al largo della pianura ricoperta di minerali, è infatti nientedimeno che la Via Lattea. Ha infatti raccontato Kordan che

Non esistono molti posti al mondo dove poter godere di cieli dove il buio è assoluto. L’inquinamento luminoso è nelle città ma anche nei piccoli villaggi.

 

Il Salar de Uyuni di notte fotografato da Daniel Kordan

 

Per riuscire nell’impresa Kordan ha pianificato un viaggio lungo un mese, non semplice da affrontare. L’alta elevazione richiede infatti un po’ di giorni per far abituare il corpo al cambiamento. Una fatica per il fisico e che pure è valsa la pena, secondo Kordan, per ammirare quello che descrive come “lo Spazio sulla Terra”. Il buio al Salar de Uyuni è infatti talmente fitto, che gli era impossibile vedere alcunché:

Sembrava che galleggiassimo nello spazio aperto. La nostra astronave era parcheggiata distante, e le stelle lampeggiavano con colori blu, rossi e gialli. Ti ritrovi nella notte profonda con le stelle sopra, di lato e sotto di te.

 

Il Salar de Uyuni di notte fotografato da Daniel Kordan

 

Il Salar de Uyuni di notte fotografato da Daniel Kordan

 

Il Salar de Uyuni di notte fotografato da Daniel Kordan