fbpx
foresta-di-hoia-baciu-romania
29 LUGLIO - Viaggi

La foresta di Hoia-Baciu: il “Triangolo delle Bermude” della Transilvania

Scritto da:

Paura degli spettri? Forse è meglio che vi teniate lontani dalla foresta di Hoia-Baciu, in Romania, la cui fama è legata a misteriosi eventi paranormali

 

Di foreste al mondo ne esistono numerose, ma non tutte possono vantare un alone di mistero vicino al brivido come quello che ispira la foresta di Hoia-Baciu, in Transilvania. Situata al confine settentrionale della Romania, per la sua fama di luogo spettrale concorre con il celebre castello di Dracula (ovvero il castello di Bran) per aggiudicarsi lo scettro di luogo più “maledetto” della regione. La sua storia e la sua leggenda annoverano infatti fantomatici avvistamenti di UFO, di fantasmi, persone scomparse nel nulla. Non è un caso che il suo soprannome sia “Triangolo delle Bermude” della Romania.

 

foresta di Hoia-Baciu 2

 

Nei suoi 250 ettari sviluppatisi alla periferia di Cluj Napoca in più di 200 anni, c’è addirittura chi afferma che vi abiti il Diavolo in persona, o comunque presenze spettrali. Nonostante la sua storia sia lunga due secoli, sono recenti i fatti conosciuti che la riguardano. A partire dagli anni ’60 sono infatti venuti alla luce alcuni avvenimenti legati alla foresta di Hoia-Baciu, in cui sono misteriose sparizioni a dominare.

Come quella nota di un pastore svanito insieme al suo gregge di oltre 200 pecore, o quella di una bambina ricomparsa cinque anni dopo senza che fosse invecchiata. O ancora quella di una donna che dopo essere stata via diversi giorni, riapparve con in tasca una moneta del 15° secolo, affermando di essere stata via solo poche ore.

 

foresta di Hoia-Baciu

 

La spiegazione? Secondo alcuni sarebbe da ricercare nella presenza di un varco dimensionale all’interno della foresta di Hoia-Baciu. Un’ipotesi alquanto improbabile, è vero, ma che va ad aggiungersi agli altri enigmi del luogo. Come il fatto che siano in molti a lamentare malesseri dopo esservi penetrati; il biologo Alexander Sift parlò addirittura di ustioni sul corpo.

Largamente documentata fotograficamente, Hoia-Baciu stando agli scatti che la riguardano celerebbe strani bagliori, figure umanoidi, volti sinistri, alberi dalla forma innaturale. Solo folklore e/o suggestione? Provate a organizzarvi un viaggio e verificate in prima persona, sempre che ne abbiate davvero il coraggio…

 

foresta di Hoia-Baciu 4

 

 

foresta di Hoia-Baciu 3

Articoli correlati: