foliage-giappone-kyoto-tempio-daigo-ji-bis
07 OTTOBRE - Viaggi

Foliage, quando nel mondo l’autunno tinge la natura di colori magici

Scritto da:

Dal Canada al Giappone passando per l’Italia, abbiamo selezionato per voi alcune mete imperdibili dove assistere al fenomeno autunnale del foliage

 

La natura autunnale, con i suoi colori caldi e luminosi, offre in giro per il mondo spettacoli talmente mozzafiato da far perdonare in fretta la stagione per le piogge e i primi freddi che porta automaticamente con sé. Un po’ in tutto il pianeta è possibile assistere al cosiddetto fenomeno del foliage, spontaneo e naturale, ovvero il tipico mutare di colore delle foglie in autunno, che esplodono nelle tipiche tonalità della stagione quali il rosso, l’arancio, il giallo, il marrone, il viola. Un’occasione imperdibile per tirare fuori la macchina fotografica e partire alla ricerca di paesaggi incantevoli e un po’ malinconici, dove la natura si fa romantica e scenografica.

Canada

foliage algonquin park canada
Algonquin Park

 

Un Paese che ha una foglia d’acero sulla bandiera nazionale non può che regalare uno spettacolo romantico e mozzafiato durante la stagione autunnale. Il clima delle foreste del nord America è infatti perfetto per rendere il foliage straordinario. L’invito nello specifico è a recarsi nella provincia dell’Ontario, con l’omonimo lago, le bellissime distese boschive e l’Algonquin Park . Da non tralasciare anche Toronto, che richiama a frotte gli appassionati di colori autunnali, il Parc National de la Jacques-Cartier vicino Quebéc City, o la storica Niagara Parkway.

Francia

foliage valle della loira francia
Valle della Loira

 

Per ammirare un romantico foliage in Francia, la cosa migliore è recarsi nella Valle della Loira. Qui, le vigne passano dal verde estivo al giallo oro con sprazzi marroni e arancioni. È il periodo della vendemmia, da godere tra un bicchiere di vino, il mutare della natura e una visita nei magici castelli della regione.

Giappone

foliage giappone kyoto tempio daigo-ji
Tempio daigo-ji

 

Il Giappone si presenta come una delle mete privilegiate per poter godere del fenomeno. Nel Sol Levante ammirare le foglie in autunno è infatti un’abitudine radicata da secoli tanto quanto osservare lo spettacolo dei ciliegi in fiore in primavera. Ecco perché sono numerosi quanti, in montagna e in città, si danno al momijigari, letteralmente la “caccia all’acero”, in riferimento alla contemplazione di colori autunnali che in giapponese assume il nome di kōyō, termine col quale si indica la tinta rossa delle foglie in autunno. A partire da metà settembre, il fenomeno si diffonde dal nord fino ad arrivare al sud del Paese verso la fine di novembre. Circa tre mesi dunque in cui il Giappone si tinge dei colori dell’acero rosso giapponese e del giallo del ginkgo in tutta la sua superficie.

Qualche meta nello specifico? Il Parco Nazionale Daisetsuzan, il Parco Nazionale Shiretoko e il Parco Onuma nell’Hokkaido. Hachimantai, il lago Towada o il Naruko Gorge nella regione di Tōhoku. Tokyo con la sua Ginkgo Avenue, il Koishikawa Korakuen o il Monte Takao. A Kyoto, location come la zona di Arashiyama, il tempio di Eikando, il tempio Daigo-ji o la villa imperiale Shugakuin.

Regno Unito

foliage westonbirt arboretum
Westonbirt Arboretum

 

Il foliage in UK? È tutt’altro che grigio. Tra tutti i luoghi in cui assistere al magico fenomeno (tra cui Londra coi i suoi magnifici parchi cittadini, come Hyde Park), segnaliamo per es. in Inghilterra il Westonbirt Arboretum, nel Gloucestershire, ovvero l’arboreto più famoso del Regno Unito. Il Lake District National Park, in Cumbria, tra specchi d’acqua e montagne. L’altopiano del Dartmoor, nel Devon, regno della brughiera caratterizzato da alture e rocce granitiche. Il Richmond Park, vicino Londra, popolato di cervi. Il Padley Gorge, nel Peak District, tra foglie ma anche torrenti, scalinate in pietra e ponti in legno. In Scozia, le foreste di betulle e i cespugli del Cairngorms National Park sembrano infuocarsi. Sempre in Scozia, Pitlochry richiama nei suoi dintorni visitatori con il suo spettacolo di luci e suoni nei boschi.

Cina

foliage tempio gu guanyin cina
Tempio Gu Guanyin

 

Anche un Paese esotico come la Cina regala sorprese in fatto di foliage. La Valle del Jiuzhaigu, nella provincia del Sichuan, è in questo senso un paradiso. Non solo gli alberi si rivestono delle nuance autunnali, ma colorano delle stesse tonalità anche le acque dei fiumi, laghi, cascate lì presenti. Anche il Monte Huangshan, o Montagna Gialla, richiama gente armata di macchina fotografica per immortalarne la tavolozza autunnale rossa brillante. All’interno invece del Jiuzhaigou National Park, il lago Five Flower riflette tutta la bellezza della stagione. Da non perdere poi una visita al tempio buddista di Gu Guanyin, nella regione delle montagne Zhongnan, dove è famoso l’antico albero di Ginkgo biloba che in autunno si veste completamente d’oro.

Stati Uniti

foliage massachusetts stati uniti
Massachusetts

 

Negli Stati Uniti non c’è che l’imbarazzo della scelta per assistere a un foliage coi fiocchi. Ecco qualche esempio. Il New England con i suoi sei stati (Vermont, New Hampshire, Maine, Massachusetts, Connecticut e Rhode Island) è tra le mete più gettonate, grazie anche ai numerosi parchi nazionali della regione. Boston è il punto di partenza. I campi del Maine si tingono di un profondo rosso. Nei boschi e nelle foreste del Massachusetts le tonalità si fanno arancio, viola e purpuree. Le White Mountains del New Hampshire sono considerate uno dei riferimenti top per chi è interessato ai colori della stagione.

E ancora. Il Colorado offre diverse imperdibili strade panoramiche (le scenic byways). Nel Wyoming non si contano gli itinerari spettacolari, che toccano una natura scenografica e selvaggia. In Alaska, le betulle assumono sfumature dorate e la tundra sembra andare a fuoco nelle calde tonalità del rosso. Meritano una visita l’area geotermale nella Riserva Nazionale del Bering Land Bridge denominata Serpentine Hot Springs, il Denali National Park, Anchorage, Fairbanks.

 

foliage new york central park
New York, Central Park

 

Preferite invece l’autunno in città? New York col suo Central Park fa al caso vostro. In questo parco cittadino, tra i più conosciuti al mondo, l’osservazione del cambiamento dei colori è tra le attività preferite di residenti e turisti. Lo stacco tra le tonalità ocra, arancio e rosso e il resto della Grande Mela è una visione spettacolare.

Germania

foliage georgengarten hannover
Georgengarten, Hannover

 

La Baviera, con i suoi celebri castelli e la “Strada romantica”, è già di per sé magica. Quando però l’autunno ne infiamma le foreste alpine, la visita si fa ancor di più d’obbligo.
La Deutsche Weinstraße (“Strada tedesca del vino”) offre invece un itinerario che si dipana in alcune zone vinicole della regione della Renania-Palatino, dove tra un bicchiere di vino e un altro il foliage regala uno sfondo suggestivo.
Ma anche la Valle del Reno si infiamma di rosso e di giallo durante la stagione autunnale, da ammirare magari su un battello che percorre il fiume o, se avete voglia di un percorso a piedi, intorno al castello di Katz con i suoi paesaggi romantici e suggestivi.
Tra le città, segnaliamo che ad Hannover il Georgengarten, che fa parte degli Herrenhausen Gardens, diventa davvero splendido.

Italia

foliage foresta camaldoli nel casentino
Foresta Camaldoli nel Casentino

 

Per chi non ha voglia di andare troppo lontano, anche il Bel paese offre incantevoli fenomeni di foliage. La Val di Fassa, in Trentino, presenta boschi gialli e rossi e prati dorati. Sempre in Trentino, da segnalare la Val di Non con il Lago di Tovel che amplifica i colori della stagione. Le foreste del Casentino, tra Emilia Romagna e Toscana, ospitano alberi mastodontici che, tinti di rosso, propongono un vero e proprio show della natura.
In Calabria il Parco Nazionale della Sila racchiude 150 mila ettari di immense foreste primordiali. La Val d’Ayas, in Val d’Aosta, si dipana tra boschi di conifere, di faggi e aceri. In Piemonte, la Valle Vigezzo, conosciuta come “Valle dei pittori”, e la Centovalli, in Canton Ticino, regalano scorci unici. Riserva naturale di faggi secolari, di aceri e di querce, la Foresta Umbra della Puglia esplode di sfumature.

Articoli correlati: