amsterdam-canali-in-bici
01 LUGLIO - Viaggi

Amsterdam, in bici per la Venezia del nord

Scritto da:

Ponti, caffè e una storia ricchissima da respirare tra i suoi suggestivi canali quanto all’interno dei magnifici musei, rendono Amsterdam una meta imperdibile, da percorrere a ritmo di pedalata

 

Una città a misura d’uomo, in cui tradizione e modernità convivono felicemente in un clima cosmopolita e di innegabile fascino: questa è Amsterdam. La capitale dei Paesi Bassi è, nell’immaginario comune, la “città delle biciclette”, che qui prendono quasi il posto delle macchine per diventare padrone delle strade, da percorrere a ritmo di scampanellii.

Ma Amsterdam è amata e ammirata anche e soprattutto per i suoi splendidi canali del XII secolo su cui si affacciano costruzioni storiche in mattoni che risalgono al periodo tra il XVI e il XVII secolo, tanto da essere stata soprannominata “la Venezia del nord”.

 

amsterdam 3

Il Grachtengordel (la cerchia dei canali) è attraversato da quasi 1300 magnifici ponti – come il famoso ponte levatoio in stile tradizionale Magere Brug o quello più decorato Blauwbrug – illuminati di sera nel centro città così da offrire una magica atmosfera. Lungo il Grachtengordel, oltre alle dimore signorili è possibile trovare magazzini riadattati, caffè, barconi o luoghi di culto quali la Oude kerk (Chiesa vecchia), tanto che per un primo approccio nel visitare la città è consigliabile proprio un tour in battello dei canali.

Lungo il canale Singel è per esempio possibile curiosare sul Poezenbot, il barcone dei gatti randagi. Lungo l’esclusivo Leidsegracht è invece piacevole sostare in uno dei molteplici caffè che vi si affacciano. Tra gli scorci più incantevoli figura tuttavia quello offerto dal Reguliersgracht, attraversato da 7 ponti in successione.

 

amsterdam 4

Il centro cittadino di Amsterdam dal 2010 è stato iscritto dall’UNESCO tra i Patrimoni dell’umanità ed è considerato uno dei più importanti centri rinascimentali d’Europa, zona esclusiva di ciclisti e pedoni. Visto il carattere molto socievole della città, tra i grandi piaceri che può sperimentare il visitatore c’è indubbiamente quello di sedersi a riposare in uno dei numerosi bar e caffè (sono circa 1500), confortevoli e rilassanti quanto moderni e vivaci, dove poter gustare una buona birra – bevanda nazionale – del gin olandese o ascoltare magari musica dal vivo. “Attenti” però ai coffeeshops (come il celebre The Bulldog), locali dove la vendita e il fumo di droghe leggere sono tollerate dalle autorità.

 

amsterdam 5
Van Gogh Museum

 

La storia e la ricchezza della città più grande dei Paesi Bassi è invece racchiusa soprattutto nei numerosi e magnifici musei, adatti a tutti i gusti e gli interessi (da quello sull’ingegneria navale a quello sulla birra) tra cui alcuni in particolare meritano una menzione.
Il Van Gogh Museum accoglie una collezione unica delle opere del Maestro, tra cui l’Autoritratto con cappello di paglia (1870). Il Rijksmuseum, il più grande museo nazionale del Paese, ospita un vero e proprio tesoro di dipinti dei maestri olandesi.

La casa di Rembrandt racchiude numerose acqueforti del celebre artista. La Anne Frank Huis, la casa in cui la giovane Anna Frank si nascose durante la II guerra mondiale, è aperta al pubblico per portarne eterno omaggio e testimonianza. L’Historisch Museum presenta ampio e importante materiale sulla storia di Amsterdam.

 

vondelpark amsterdam
Il Vondelpark

 

Per visitare la Amsterdam medievale bisogna invece recarsi nelle aree dell’Oude Zijde e della Nieuwe Zijde, nonostante siano pochi gli edifici del periodo pervenuti fino a noi, tra cui la cappella gotica dell’Agnietenkapel. Se invece si avesse voglia di sperimentare una delle immagini più forti e moderne della città, non può mancare quantomeno una visita di passaggio al noto quartiere a luci rosse (De Wallen o De Walletjes, ovvero le mura o le piccole mura) dove le prostitute, in abiti succinti, dalle vetrine attirano i passanti.

Ma visto che visitare Amsterdam è soprattutto un piacere rilassante e gioviale, un fresco e riposante “divano naturale” è rappresentato dal Vondelpark, una delle zone verdi più belle della città, un parco all’inglese pieno di boschetti e stagni, dove assaporare in pace il piacere di una città unica al mondo.

Articoli correlati: