fbpx
People / Televisione

Victoria Cabello: «Ho litigato con Russel Crowe. Tanta stima per Simona Ventura»

04 Agosto 22 / Scritto da:

La conduttrice ha ripercorso la sua carriera

Dagli inizi a MTV fino a Pechino Express. Victoria Cabello, conduttrice tv italiana si è raccontata in un’intervista a Corriere della Sera con la solita ironia che l’ha sempre contraddistinta.

Tanti gli aneddoti raccontati come quelli del Festival di Sanremo, tra un bacio a Orlando Bloom e un massaggio di piedi da John Travolta.

«All’epoca ero fidanzata con Maurizio Cattelan che ha l’ossessione per la piscina, ci va tutti i giorni; quindi mi convinco che potrebbe fare bene anche a me, pur detestandola. Ci vado una sola volta e ovviamente prendo un fungo, all’alluce. È il meno, perché mentre faccio la pedicure per preparare la gag mi si stacca completamente l’unghia. Ottimo. Ci pensa la mia truccatrice e me la risistema con l’Attak: per tutto il tempo dell’intervista avevo il terrore che si staccasse. Spero almeno che lui non abbia preso una micosi alla mano».

Leggi anche: “Pechino Express”: ecco chi sono i vincitori dell’edizione 2022

E su Sanremo Victoria Cabello dice: «Io ero l’outsider, arrivavo da Mtv, quando hanno fatto il mio nome molti si erano chiesti: ma chi cavolo è? La Cabello? Chi? Sono stata scelta da Panariello che probabilmente soffriva di insonnia e guardava Mtv di notte. Da outsider puoi permetterti di fare e dire qualunque cosa, me la sono goduta perché il peso non era sulle mie spalle. A Sanremo tornerei subito».

Poi svela di aver litigato con Russel Crowe:«Russell Crowe ai tempi di Mtv. Ci ho litigato perché ha trattato malissimo la mia crew, era nervoso, è stato sgradevole, se ne è uscito con un “voi italiani siete lenti”. L’intervista era partita male, non ha preso bene una mia domanda e mi ha risposto fuck you and fuck Mtv. Io ho ricambiato…».

Poi parla di X Factor: «Queste esperienze ti insegnano cosa non sai fare e dove non devi andare. Mi sentivo male a dover dare dei giudizi su ragazzini carichi di sogni, lì poi è una lotta interna, c’è un ego tra i giudici che ciao. Io non sono portata per fare la televisione urlata, quello è uno show dove per farti valere devi alzare i toni: ma se lo fa un uomo è un figo, se lo fa una donna è una stronza isterica. In quel contesto mi sono proprio bloccata».

E su chi avesse più ego tra Morgan, Fedez e Mika dice: «Benvenuti nel mio ego, scelga lei».

Infine su sofferma su Simona Ventura, sostituta a «Quelli che il calcio» e a «X Factor».

«Mi sa che sono la sua riserva, la panchinara. Me lo avevano proposto anche una terza volta per Il contadino cerca moglie, ma ho detto no grazie: dai ragazzi, è troppo. Per altro credo lo avessero chiesto a chiunque, anche alla mia vicina di casa. Ho sempre stimato tantissimo Simona Ventura, è stata una di quelle donne che ha sdoganato un certo modo di fare televisione. Il suo Sanremo era modernissimo, c’era un mondo dentro, certo non c’erano gli ospiti purtroppo… ma non per colpa sua. Poi Simona non è stata generosissima con me, però pazienza, sottoscrivo quello che ho sempre detto: era avanti, coraggiosa, moderna nel linguaggio, ha fatto scuola».