fbpx
Musica / Televisione

Eurovision, l’Ucraina conquista tutti: la Kalush Orchestra favorita per la vittoria

11 Maggio 22 / Scritto da:

Sono i favoriti per la vittoria finale

Non è un momento facile per il popolo ucraino, vessato dal conflitto con la Russia. L’Ucraina ha però deciso di esserci all’Eurovision con la Kalush Orchestra.

La Kalush Orchestra, è il gruppo folk presente a Torino e che si è già guadagnata l’accesso alle serate successive del contest canoro.

Il gruppo dell’Ucraina ha fatto il suo debutto a Torino, ieri sera, 11 maggio e ha già conquistato il favore del pubblico.

La loro hit Stefania piace e ha reso la Kalush Orchestra tra i papabili vincitori dell’Eurovision Song Contest.

Leggi anche: Eurovision, delude l’omaggio a Raffaella Carrà

Il brano è stato scritto per la madre del cantante Oleh Psiuk. Non solo la canzone ha un significato più grande: la madre dell’artista è simbolo di tutte le donne e di tutte le mamme ucraine.

Con la guerra, leggendo anche il testo, si possono però individuare connessioni ancora più profonde con la patria e quindi con l’Ucraina.

Significativa la frase: “Troverò sempre la strada di casa..Anche se tutte le strade sono distrutte”

La traduzione del testo del gruppo Ucraino della Kalush Orchestra

Madre Stefania, Stefania mia madre
Il campo è in fiore, ma i suoi capelli stanno diventando grigi
Madre, cantami la ninna nanna
Voglio sentire la tua cara parola
Mi cullava da piccola, mi dava un ritmo
E non puoi togliere la forza di volontà in me

Come l’ho presa io da lei
Penso che ne sapesse più di re Salomone
Troverò sempre la strada di casa

Anche se tutte le strade sono distrutte
Non mi sveglierebbe nemmeno se fuori ci fosse un temporale
O se c’è stata una tempesta tra lei e la nonna
Si fidava di me più di tutti gli altri
Anche quando era stanca, continuava a cullarmi
Ninna nanna, ninna nanna
Madre Stefania, Stefania mia madre
Il campo è in fiore, ma i suoi capelli stanno diventando grigi
Madre, cantami la ninna nanna
Voglio sentire la tua cara parola
Non sono più un bambino,
Ma mi tratterà sempre come tale
Non sono più un bambino
Ma continua a preoccuparsi per me, ogni volta che esco
Madre, sei ancora giovane
Se non apprezzo la tua gentilezza
Sto andando verso un vicolo cieco
Ma il mio amore per te non ha fine
Madre Stefania, Stefania mia madre
Il campo è in fiore, ma i suoi capelli stanno diventando grigi
Madre, cantami la ninna nanna
Voglio sentire la tua cara parola

Tag:,