fbpx
simona-ventura-isola-dei-famosi
21 MAGGIO - People / Televisione

Alessia Marcuzzi non condurrà più l’Isola dei famosi. Ecco gli errori commessi

Scritto da:

È terminata da poco l’ultima edizione de L’isola dei famosi, eppure si è già parlato dell’anno prossimo. L’errore più grande è stato prendere in giro gli italiani.

 

 

Che quest’edizione dell’Isola dei famosi avesse deluso le aspettative di spettatori, produzione e rete compresa lo avevamo già capito. Chi doveva tenere le redini del programma è rimasto in sottofondo. Alessia Marcuzzi più che condurre si limitava a moderare i commenti in studio. Ci saremmo aspettati quella verve che ha contraddistinto i commenti arguti, precisi e sempre attenti di Alfonso Signorini. Avremmo voluto un occhio più critico, perché il sorriso a volte toglie dagli imbarazzi, ma alla lunga annoia.

 

Chi ricorderemo di questa undicesima edizione dell‘Isola dei famosi?

 

Forse solo una persona: Simona Ventura. Ed è grave che una concorrente, fisicamente dall’altra parte del mondo abbia avuto così tanta influenza in studio, da annullare addirittura la conduttrice. A questo doveva pensare Giorgio Restelli, prima di mandare a Cayo Cochinos un cast così azzardato.

Quando per strada chiedi alla gente comune chi ha vinto l’Isola dei famosi non sanno cosa rispondere. Perché Giacobbe Fragomeni può essere una persona dal cuore d’oro, può aver vissuto una vita difficile, ma la tv è altro. In televisione e, ancor di più, in un reality che si chiama “L’isola dei famosi” ci aspetteremmo altri tipi di persone. Ci aspetteremmo, appunto, Simona Ventura e non Gracia, ad esempio. Ci aspetteremmo dei protagonisti famosi che sono entrati nelle case dei telespettatori e sono arrivati dritti al loro cuore. Personaggi che il pubblico ha imparato a conoscere così bene da considerarli volti familiari.

Alessia Marcuzzi, Mediaset, Restelli ecc. hanno fatto un gravissimo errore: cercare di presentare questo cast come il migliore possibile. Prendere in giro gli italiani, (perché alla fine di questo si è trattato!) facendo credere loro che la Patricia, Gracia o la Galanti di turno fossero “famosi”, quando invece non lo erano affatto. Ecco, se il reality si fosse chiamato in un altro modo, forse, avrebbe avuto molto più seguito, ma le aspettative disattese hanno creato una disaffezione che l’Isola dei famosi si porterà dietro per gli anni successivi. A meno che gli autori, la produzione e Mediaset stessa non si mettano a pensare sin da ora agli stravolgimenti da fare per riconquistare il pubblico italiano. E a quanto pare, visto che la Marcuzzi non condurrà più, lo stanno già facendo.

Articoli correlati: