10 FEBBRAIO - Interviste / Musica

Thema: “Porteremo l’Italia in Cile con ‘Es Increìble’ “

Scritto da:

Rappresenteranno l’Italia in Cile e saranno gli unici artisti europei a partecipare alla gara

Sono quattro giovani milanesi e saranno in gara il 15 e 16 febbraio al Festival Internacional De La Canción De San Francisco in Cile. Rappresenteranno l’Italia con il brano “Es Increíble”, che sarà contenuto nell’EP “Fuiste Solamente Mia”. Chi sono? Thomas Moschen (voce, piano, chitarra acustica), Stefano Parmigiani (chitarre, voce) Mattia Missaglia (basso), Luca Ferrara (batteria, percussioni e voce). Ve li facciamo conoscere un po’ meglio attraverso le loro parole del frontman Thomas!

 

Il vostro rapporto con lo spagnolo? 

Il nostro rapporto con lo spagnolo è ottimo: lingua molto musicale, bella, sensuale, ha tante definizioni positive. Io l’ho studiato a scuola e ho avuto la fortuna di stare due mesi, anni fa, a Barcellona. Anche se lì si parla catalano, comunque è servito. In generale siamo pronti, chi più chi meno.

 

Com’è nato il nome del vostro gruppo? 

È nato per caso. Continuavamo a dire una sera: tema musicale, tema letterario, tema armonico… Quindi è nato Thema (con l’h è più cool).

 

Come vi siete conosciuti?

In un locale dove suonavo, e una sera c’erano lì Luca e Mattia a bere. Tutto molto a caso. Poi arrivò Stefano e nacquero definitivamente i Thema.

 

Eravate tutti insieme quando avete saputo che avreste rappresentato l’Europa in Cile? 

A dire il vero no. Ognuno a casa sua.

 

La prima persona a cui hai comunicato la vostra partecipazione? 

Mi pare a mia madre. La mamma è sempre la mamma!

 

Quando partirete per il Cile?

Partiremo l’8 febbraio. Non vediamo l’ora!

 

Per te cosa è “incredibile”? 

È incredibile la vita, se vissuta amando e ricercando la felicità propria e delle persone che si amano.

 

Il vostro prossimo obiettivo? 

Viviamo alla giornata, siamo felici facendo ciò che amiamo e con chi amiamo. Poi se per sbaglio si potrà suonare in un palazzetto, ben venga.

 

All’interno della band c’è un leader? 

Per definizione e consuetudine il leader è il frontman per ovvi motivi, ma ognuno di noi ha la sua personalità, caratteristiche e compiti equi all’interno della band.

 

Con quale artista italiano e non fareste un featuring? 

La musica è universale: con tutti faremmo tutto, se ci fossero i presupposti per fare una bella canzone.

 

Il sogno nel cassetto? 

Essere stimati e stimare, sia come persone che come artisti.

Articoli correlati: