12 NOVEMBRE - Musica / News

Parlano gli autori del remix di Giorgia Meloni: “Volevamo prenderla in giro”

Scritto da:

I due sono di Milano e hanno 27 e 24 anni

Alzi la mano chi non ha intonato il tormentone di quest’ultimo periodo “Io Sono Giorgia“. Tutto è nato durante un comizio della Meloni a Roma il 19 ottobre: i toni usati dalla politica e le frasi dette sono subito diventate ironiche. A tal punto che due DJ milanesi, di 27 e 24 anni (che, come hanno spiegato a Corriere Della Sera preferiscono rimanere anonimi) hanno trasformato il discorso in un remix.

Leggi anche: L’inchiesta di Report sui follower di Giorgia Meloni coinvolge ‘Trash Italiano’

Nel giro di due settimane hanno raggiunto circa 4 milioni di visualizzazioni sul web.

Il video di Giorgia Meloni – spiegano a Corriere – al comizio in piazza San Giovanni a Roma del 19 ottobre era già tristemente virale per quello che diceva: noi abbiamo voluto girarlo in chiave ironica e trasformarlo in un discorso a favore della comunità Lgbt. Adesso questa cosa si è persa, tanto la leader di Fratelli d’Italia lo ha rigirato a suo favore: però, d’altronde, fa parte del gioco. Comunque, il pubblico ha capito che volevamo prenderla per i fondelli.

Il discorso è stato scelto anche per il timbro di voce che affermano sia “energico e cadenzato” e il suo “Io Sono Giorgia” ricordi quasi l’urlo delle vocalist in discoteca. La base è stata così realizzata dai due, conosciuti con il nome da MEM & J, che hanno fatto sentire la hit per la prima volta nel club Toilet di Milano.

In contemporanea la canzone è diventata virale e ha assunto i connotati di un vero e proprio tormentone. Myss Keta lo ha usato per un suo concerto, Tommaso Zorzi lo ha intonato durante una serata in discoteca e Luciana Litizzetto ne ha fatto uno sketch durante l’ultima puntata di “Che Tempo che Fa”.

View this post on Instagram

Da liceale a popstar

A post shared by Tommaso Zorzi (@tommasozorzi) on

Articoli correlati: