fbpx
Musica

Chiaravalli e Ilacqua: “Ecco com’è nato il brano Occidentali’s karma!”

17 Febbraio 17 / Scritto da:

Intervista agli autori del brano vincitore di Sanremo 2017

Antropologia, letteratura, filosofia: dietro al “tormentone” neo-vincitore del Festival di Sanremo 2017 c’è molto di più. Da un lato, “Occidentali’s Karma” sta diventando un “fenomeno di massa”: solo per parlare degli ultimi dati, il brano è già uno dei favoriti all’Eurovision Song Contest, inoltre è arrivato terzo su Spotify a livello mondiale. La canzone vincitrice della kermesse sanremese è stata scritta dallo stesso interprete, Francesco Gabbani, insieme al fratello Filippo e ad altri due autori del Varesotto: Luca Chiaravalli, di Gallarate (famoso compositore, arrangiatore e direttore dell’Orchestra di Sanremo), che ha lavorato con i maggiori big della musica, da Eros Ramazzotti a Nek; e Fabio Ilacqua, di Varese, già autore di “Amen”, brano con cui Francesco Gabbani vinse Sanremo Giovani l’anno scorso.

#OccidentalisKarma ?

A post shared by Francesco Gabbani (@francescogabbani) on

 

“Siamo ancora increduli per quest’ondata improvvisa di successo – racconta Chiaravalli – in Italia siamo primi ovunque e stiamo andando forte a livello internazionale”. In effetti, solo parlando del video, in soli 6 giorni ha superato le 12 milioni di visualizzazioni su YouTube. Il maestro Chiaravalli ha raccontato come ha conosciuto Francesco: “È stato durante un concerto nella sua città, Massa Carrara, l’estate scorsa. Poi a settembre ci siamo ritrovati e abbiamo iniziato a lavorare sul brano di Sanremo”. Chiaravalli ha spiegato che lui e Ilacqua sono amici da tempo e che poi è nata una bella sintonia anche con Francesco: “siamo un gruppo ben compatibile, lavoriamo bene insieme”.

Ilacqua invece ha spiegato che l’incontro con Gabbani era avvenuto prima di Sanremo 2016 grazie “al fonico milanese Patrizio Simonini, ci tengo a citarlo perché è lui che ci ha messi in contatto”. Ilacqua, che già per “Amen” aveva vinto il Premio Sergio Bardotti come Miglior Testo, ama la vita tranquilla: lavora la terra e dipinge, oltre a scrivere: “adesso è il momento del vortice di popolarità ma io mi tengo fuori. Sono già tornato al lavoro e alla mia campagna”, racconta. Ilacqua ha spiegato che “gli spunti del testo sono molteplici: innanzitutto il libro “La scimmia nuda: Studio zoologico sull’animale uomo” di Desmond Morris, ma se si analizza bene il testo vengono fuori altri rimandi, dal poeta Quasimodo al filosofo Eraclito”. Il team di autori si riunirà molto presto con Gabbani per continuare a lavorare sul nuovo album dell’artista toscano che dovrebbe uscire ad aprile.

Vesna Zujovic