01 GIUGNO - Musica

Chiara Grispo: “Ho avuto un momento di crisi, poi mi sono rialzata…”

Scritto da:

Abbiamo parlato di J-Ax, Nek, di un momento difficile e della fascetta che indossa sempre… Il 17 giugno esce il suo album “Blind” e vi sorprenderà

 

 

 

Abbiamo intervistato Chiara Grispo, l’ex concorrente di Amici 15 ci ha aperto le porte del suo cuore, facendoci entrare nella sua vita, nei suoi sogni e nei progetti futuri. Quella vita in cui lei stessa cammina in punta di piedi, con la dolcezza che la contraddistingue e la tenacia che le ha fatto raggiungere il suo sogno.

E intanto, a poco più di due settimane dalla pubblicazione, il video di Chiara Grispo Come On, girato a  Verona da Gaetano Morbioli,  ha superato 1 milione di visualizzazioni su YouTube.

Il suo album “Blind”, prodotto da Diego Calvetti, sarà disponibile da venerdì 17 giugno in tutti i negozi e digital store e conterrà 10 tracce. Il 3 giugno canterà nello show “Con il cuore” su Rai Uno in diretta da Assisi.

Il 18 e 19 giugno Chiara salirà poi sul palco dello stadio San Siro a Milano dove aprirà i concerti evento dei Modà, che hanno deciso di invitarla dopo aver duettato con lei ad Amici. In estate Chiara sarà impegnata nel suo “Live Instore Tour“, durante il quale suonerà alcuni brani in acustico e incontrerà i fan di tutta Italia.

Chiara Grispo-Blind

 

 

Quando hai capito che la musica sarebbe diventato il tuo mestiere?

“In realtà ho iniziato da piccola a cantare e ho sempre avuto questo sogno quindi non l’ho mai preso come un mestiere o un lavoro. Poi pian piano lo è diventato perché sto facendo solo questo e sono molto felice”.

I tuoi ti hanno assecondato subito? 

“I miei genitori mi hanno sempre seguita, mi hanno supportato tantissimo, hanno fatto un sacco di sacrifici per me quindi devo molto anche a loro”.

Quali sono i tuoi riferimenti musicali?

“In realtà sono tantissimi in questo momento, perché diciamo che da piccola non entravo in macchina se non c’era un disco di The Jackson 5, di Michael Jackson, di Robbie Williams o anche dei Queen. Quindi anche da piccola ho sempre avuto questi pilastri e poi ho sempre ascoltato tantissima musica”.

Parliamo di Amici. Cosa hai fatto il giorno in cui hai saputo di essere una concorrente?

“Ero felicissima perché non mi aspettavo nulla, sono entrata, abbiamo imparato un sacco di cose e poi pian piano il percorso è andato da sé. Ogni settimana c’era un’ansia sempre diversa. C’erano sempre pezzi da preparare in poco tempo, quindi dovevamo essere sempre al massimo ma è stata un’esperienza bellissima”.

Qual è stato il momento più difficile all’interno della scuola?

“C’è stato un momento in cui ero andata in crisi al Serale, per una serie di motivi. Avevamo poco tempo, so che potevo dare trecento e invece davo solo cento e quindi sono andata un po’ in crisi perché non riuscivo a far vedere quello che riuscivo a fare al 100%, poi mi sono rialzata, mi hanno aiutato anche i miei compagni e i miei coach, J-Ax e Nek”.

Un insegnamento che porterai nel cuore di J-Ax e Nek?

“J-Ax mi ha detto una cosa che mi è rimasta intrappolata. C’è stato un momento in cui ero in crisi e mi ha detto ‘non è che le persone che soffrono sono quelle che hanno avuto un passato, infanzia difficile, uno può soffrire anche in una stanza piena d’oro’. Questa frase mia colpito molto perché è verissima, anche lì dentro ho avuto questo momento di crisi, ero triste e un po’ delusa, ma questi momenti servono. Filippo mi ha insegnato tante cose, abbiamo visto pezzo dopo pezzo tutto quanto. Entrambi hanno indirizzato ogni cantante verso la strada da seguire, accompagnandoci sempre in questo percorso”.

 Il tuo singolo “Come on” lancia un messaggio coraggioso e un po’ fuori dal coro, ma giustissimo: è un invito a prendersi cura di se stessi. Tu lo fai?

“Certo. Quella canzone è un po’ la rappresentazione del mio carattere, ha delle parole semplici ma il messaggio è molto più profondo di quello che sembra quindi mi rappresenta molto anche per questo”.

 Cosa puoi anticiparci di “Blind”? Ci saranno duetti?

“Si, ci sarà un duetto con Nek di cui sono felicissima. Ci sarà “Blind”, che ho portato anche ad Amici e ho scritto per mio fratello, poi ci sarà “Albachiara” che ho dedicato a mia sorella. Insomma ho accontentato un po’ tutti!”.

E ora parliamo della fascetta che indossi sempre: è un accessorio scaramantico? 

“Sì, ho sempre la stessa da quando avevo 14-15 anni, ha una grande importanza per me, mi porta fortuna. L’ho messa la prima volta e da lì l’ho sempre messa, me l’ha regalata una persona speciale quindi non la tolgo mai quando canto. L’ho fatto solo una volta in tutti questi anni. Al Serale ne ho messo una blu perché me l’avevano regalata quella settimana i ragazzi. Proprio perché come dicevo prima sono andata un po’ in crisi e loro mi hanno fatto delle sorprese. Eravamo in casetta, mi hanno portato in palestra e c’era Sergio (Sylvestre, ndr) che mi ha cantato una bellissima canzone che parlava di tirarsi su, poi c’erano i ballerini che mi hanno dedicato un balletto, mentre mi hanno fatto sedere, mi hanno dato dei fiori e mi hanno regalato questa fascetta blu, quindi quella settimana l’ho messa…poi però sono ritornata alla mia!”.

 Hai un po’ di tatuaggi. Qual è la frase che senti più tua? Il tuo motto?

“Ho tre tatuaggi e sono tre scritte. Sono tutte molto importanti, una è di mia mamma, una di mio papà e una mia, quindi non ce n’è una che prevarica, sono tutte e tre molto importanti”.

 A proposito dei Modà… come ti senti ora che si avvicina il debutto?

“Non vedo l’ora perché San Siro è il mio sogno sin da quando ero piccola. C’è ansia, ma è un’ansia positiva. Sono molto contenta e carica”.

 

E quando la salutiamo questa energia positiva la sentiamo tutta. Insomma ora è pronta per ripartire, perchè come ha imparato sulla sua stessa pelle, ogni ostacolo serve solo a dimostrare quanto si è realmente disposti a saltare per superarlo.

Chiara, Come on!

 

Articoli correlati: