fbpx
18 DICEMBRE - Interviste / Spettacoli / Televisione

Klaudia Pepa: “Sono quello che ballo, da Amici a La Repubblica delle donne”

Scritto da:

Al talent show di Canale 5 la ballerina è arrivata in finale e ora è con Piero Chiambretti su Rete 4

A 5 anni guardava incantata i balletti al circo e al teatro e a 6 ha iniziato a dedicarsi a quella passione che sarebbe diventata il motore della sua vita, ma Klaudia Pepa ancora non poteva saperlo. Dopo gli anni di studio in accademia è arrivato il successo in tv in Albania, suo Paese d’origine. “Poi ho pensato subito ad Amici. Negli anni ho visto tanti ballerini albanesi che sono passati da quel programma e che hanno avuto successo, come Kledi e Anbeta. Sono partita da sola, ho fatto i provini, ho iniziato la scuola e sono arrivata al serale in finale. non potevo crederci!” ci racconta la ballerina. Ora è impegnata su Rete 4 con “CR4- La Repubblica delle donne” dove interpreta Trilly.

View this post on Instagram

Trilly Jingle 🦋💃🏻 Vi piaccio in questo personaggio di fantasia? @la.repubblica.delle.donne @qui_mediaset #cr4larepubblicadelledonne

A post shared by Klaudia Pepa (@klaudiapepa) on

 

Come mai proprio Trilly?

“È stato Chiambretti! Appena mi ha visto ballare mi ha detto: ‘Ti trasformo in una Trilly’, sì proprio la fatina di Peter Pan. Ero tutta bianca e con gli occhi neri, mi sono guardata e mi sono chiesta ‘chi sono!’ ”.

E tu chi sei nella vita reale?

“A volte mi sento Trilly, altre un Cigno Nero. Adesso ho trovato il mio personaggio”.

Sono passati più di 20 anni dalla prima volta in cui hai indossato le prime scarpette di danza. Che infanzia è stata la tua?

“Sì, sono passati più di 20 anni, ma la mia infanzia non è stata come quella degli altri bambini. Dopo scuola continuavo a fare danza e così è stata tutta la mia vita fino adesso. Ho dedicato tanto tempo alla danza, ho fatto tante rinunce”.

Le rifaresti?

“Sì, perché quando arrivano le soddisfazioni, tutto il resto si dimentica”.

Che esperienza è stata Amici?

“Un’esperienza indimenticabile. Mi sono messa in gioco e sono arrivata in finale, non me l’aspettavo. Sono cresciuta sia umanamente che professionalmente. Ero un po’ chiusa, ma nel programma ho imparato a parlare di più di me stessa, ho imparato a non vergognarmi di quello che voglio fare e dire. Mi ha dato molta forza!”.

E l’italiano lo conoscevi già?

“Conoscevo solo due parole: ‘grazie’ e ‘buongiorno’. In Albania molti lo parlano, ma per lo più la generazione dei miei, perché vedevano film in italiano e ascoltavano musica italiana. La mia generazione lo sa poco”.

La tua ballerina preferita?

“Sylvie Guillem, una ballerina francese, classica, contemporanea, molto versatile”.

Il tuo balletto classico del cuore?

“Potrò sembrare scontata, ma resta sempre il Lago dei cigni!”.

Dal tuo profilo Instagram traspare un’attenzione particolare ai look. Hai qualche icona di riferimento?

“Audrey Hepburn e Jennifer Lopez, che mi piace tantissimo anche come artista. E poi mi piace anche come si veste, non solo nelle performance, anche nella vita privata”.

Dove trascorrerai il Natale?

“Abito vicino Brescia, vengono tutti i miei parenti a casa!”.

I tuoi progetti futuri?

“Sto studiando recitazione a Verona. Mi sto dedicando a una serie di video, sono montati come se fossero video musicali, ma in realtà ballo con coreografi diversi e musiche inedite, fatte apposta per me”.

I video si possono vedere sia su YouTube che su Instagram e ognuno porta una lettera del nome di Klaudia.

Eccone uno qui:

 

Articoli correlati: