fbpx
16 LUGLIO - Interviste / Musica / Spettacoli

Isabella Turso: “Ho fatto incontrare piano e musica dance nel remix di ‘Sliding Doors'”

Scritto da:

Il videoclip del brano è uscito oggi, giovedì 16 luglio

“Ricreare qualcosa di nuovo con materiale che avevo già” e, proprio con questo obiettivo, Isabella Turso ha fatto un esperimento bellissimo. Ha fatto incontrare i tasti del pianoforte e la musica dance, ascoltare il remix di  Sliding Doors apre le porte sconfinate dell’immaginazione. E, proprio come ha fatto la pianista spinge ad andare oltre. E sognare sempre.

 

 

 

Ci eravamo lasciate con la consapevolezza che la quarantena ci aveva aperto gli occhi. Cosa non vedi più con gli stessi occhi di prima? 

“Non vedo più niente con gli occhi di prima!. L’appannaggio creato da questa situazione ha distorto un po’ tutto. È stato proprio questo che mi ha spinto a fare scelte e a buttarmi su progetti particolari, perchè questa è una fase veramente distorta dell’esistenza, soprattutto per noi musicisti. Quello che stiamo vivendo nel campo dello spettacolo e della musica è tutto un po’ appannato. Siamo tutti sospesi. Il mondo che vedo fuori è così, ma questo non significa che non abbia una visione positiva del futuro”.

“Sliding Doors” è un po’ il brano simbolo dell’album. Com’è nato il remix? 

“Tutto nasce da Sliding Doors, è partito da lì tutto l’album. È stato anche il brano originario di Big Break anche a livello compositivo. Avevo bisogno di fare qualcosa per destrutturare quello che avevo creato, proprio in virtù di quell’appannaggio di cui parlavo prima. Il remix è proprio questo: ricreare qualcosa di nuovo con materiale che ho già. In questo caso ho preso una cellula di qualcosa di già esistente e ho creato qualcosa di totalmente nuovo. Anche con tutto l’album in generale ho fatto questo, era da tanto che avevo in mente di fare un remix in chiave dance, solo che non avevo trovato le persone giuste che capissero quello che volevo fare. Ho trovato Alex Uhlmann e ho avuto modo di ascoltare il suo album in anteprima e ho pensato ‘Caspita lui è perfetto!’ perchè utilizza un modo di scrivere che sentivo molto vicino a me. Gli ho fatto ascoltare Sliding Doors e la sfida era di prendere un pezzo pianistico e farlo diventare qualcosa di estremamente moderno, dance. Senza togliergli troppo, ha mantenuto quindi la sua natura”.

Nell’album c’è anche una versione bellissima di “Nuovo cinema paradiso”. È il brano di Morricone a cui sei più legata? 

“Sì. La notizia della sua scomparsa è stata un colpo. Gli avevo mandato una mail il 30 giugno per fargli ascoltare tutto l’album e per dirgli che avevo inserito quell’arrangiamento. So che l’ha letta, purtroppo proprio qualche giorno dopo ha avuto questo brutto incidente. Sono in contatto con suo figlio, ho avuto modo di lavorare anche con l’altro suo figlio che è compositore, proprio a questo arrangiamento. Io ho scritto l’arrangiamento pianistico e Andrea Morricone aveva scritto gli archi. Avevamo fatto questo pezzo insieme, il papà lo aveva ascoltato  e mi aveva chiamato il giorno di Natale per dirmi che gli era piaciuto molto, quella telefonata per me resterà un ricordo indelebile. Mi viene la pelle d’oca solo a dirlo. Ho aspettato un po’ di anni prima di farlo uscire, perchè era lì fermo ma non avevo il coraggio di pubblicarlo. L’ho pubblicato quest’anno ed è andata così…”.

Nel nuovo album ci sono molti riferimenti cinematografici. ‘Sliding doors’ vuole esserlo? 

“Sì, tutte le mie musiche sono legate alle immagini. Un po’ perchè è musica strumentale e lo dico sempre che è il linguaggio che si lega alle immagini. La musica senza parole evoca le immagini, lascia più libertà di viaggiare con la fantasia. Tutto quello che scrivo nasce da immagini che ho nella mia testa e cerco di trasformare in musica”.

E dal videoclip cosa dovremo aspettarci? 

“Il video è uscito oggi, giovedì 16 luglio, è molto particolare. È stato realizzato da due videomaker bravissimi che hanno recuperato immagini del passato, inedite e le hanno inserite nel discorso dell’energia rinnovabile. C’è il concetto che il mondo riparte con una scossa… è da vedere assolutamente!”.

 

E poi stai programmando un tour? 

“Sì, ho un concerto a Forte dei Marmi il 24 luglio, poi un’altra cosa che, però, finché non è sicura al 100% non la dico… per scaramanzia!. E poi c’è anche un altro progetto molto grosso che sto realizzando insieme a un po’ di colleghi del mondo rap, che per ora è top secret. Diciamo che non sto ferma, ma tra settembre e ottobre svelerò tante novità”.

Che estate sarà questa per te? 

“Un’estate di cambiamenti. Sia a livello artistico che personale. Sto realizzando i progetti di cui ho parlato prima. Vorrei fare qualcosa anche nel mio Trentino, sarà un’estate all’insegna del lavoro. Sto lavorando per rendere tutto più chiaro e uscire da quell’appannaggio di cui parlavo prima. Sto lavorando e scrivendo tanta musica nuova e questo mi sta riempiendo tutte le giornate!”.

Articoli correlati: