11 OTTOBRE - Interviste / Musica / Spettacoli

Giordana Angi: “Voglio essere tua è la mia dedica d’amore”

Scritto da:

Esce oggi, 11 ottobre, il nuovo album della cantautrice con dieci brani in italiano, francese e un duetto con Alberto Urso

Giordana Angi torna con un nuovo album: “Voglio essere tua” (in uscita oggi, venerdì 11 ottobre). Una dichiarazione d’intenti che ha voluto tatuare anche sulla pelle e che conferma il successo avuto con “Amici”, il talent dove è arrivata in finale l’anno scorso e con l’album di esordio “Casa”- disco d’oro sia per il singolo che per l’album e presente per 8 settimane nella Top10 FIMI GFK dei dischi più venduti in Italia

Incontriamo la cantante a Milano, e nei suoi occhi si legge la soddisfazione, anche se è celata dalla sua tenera timidezza.

Giordana oggi è felice?

“Sì, molto. Sicuramente per le soddisfazioni che sto avendo, quando ti senti sereno e soddisfatto di te stesso riesci anche ad amare qualcun altro. Quando di ha un rapporto conflittuale con se stessi non si riesce a darsi completamente a qualcun altro”.

Il nuovo album arriva dopo sei mesi dal primo…

 

“Quando la scrittura è un’esigenza non ha bisogno di tempi tanto larghi. Riuscivo a ritagliarmi degli spazi e scrivere per me è questo. Sono fiera del lavoro svolto. È un disco che cita tante città d’Italia, anche se non sono molto descrittiva con le città, ma sono molto incentrata sui sentimenti, sull’amore. È un disco che parla d’amore. C’è tanta gioia, ma anche forza”.

Il titolo è una dichiarazione

“Era una traccia del disco dedicata alla persona che amo, nasce come canzone. Poi, il concetto è esasperato, ma ho pensato che potesse essere bello dirlo alle persone che mi ascoltano, con la voce penetri nel cuore di chi ti ascolta. Era una dedica anche alle persone che hanno vissuto il disco precedente insieme a me”.

 

 

C’è un filo conduttore emotivo?

“C’è un filo conduttore che è l’amore inteso proprio come innamoramento, ho parlato tanto con le persone quest’estate, mi sono resa conto di quanto è importante per un individuo avere un rapporto a due. Quasi come se nel rapporto di coppia si riuscisse ad essere veramente se stessi. Quando mi innamoro sono esplosa di colori, di voglia di vivere, di scoprire, quindi nelle canzoni c’è proprio questo: la voglia di vivere attraverso il sentimento, l’amore. è un disco sicuramente più leggero rispetto al primo, ma era anche diversa la fase della mia vita. Adesso sono più serena, vedo che pian piano il lavoro che sto facendo si sta realizzando. Sono più tranquilla e questo è un disco più solare rispetto all’altro”.

Che consigli dai a chi vuole intraprendere il tuo stesso percorso?

“Quello che dico ai ragazzi che vogliono provare a fare ciò che sto provando a fare io è che quando qualcosa fa parte della tua vita, e per me non è un lavoro e non lo sarà mai, sono gli ostacoli a farti capire quanto vuoi una cosa. Per me la musica ha un valore assoluto, a prescindere dai risultati delle classifiche, che ovviamente fanno piacere a ogni artista, ma io lo farei comunque. Ogni era scrivo il mio diario, mi metto a confronto con me stessa, perchè scrivendo riesco a capire i miei stati emotivi, che spesso mi dimentico. Se rileggo il diario di due giorni fa, magari collego la giornata a un evento negativo, invece, poi la rileggo e mi rendo conto che non è così, perchè spesso noi ci dimentichiamo la felicità. Ci ricordiamo soprattutto le cose negative e la scrittura mi aiuta tantissimo. Mi rendo conto rileggendo che la mia vita è bella, ma spesso me lo sono dimenticata. Quando qualcosa fa parte di te, non puoi non farla. I no, le porte in faccia, tutti i lavori che ho fatto, hanno fatto sì che qualsiasi cosa accadesse io tornavo a casa e mi mettevo a scrivere per me stessa, io continuerò a scrivere per sempre. Anzi, finchè ne sentirò l’esigenza e avrò qualcosa da dire”.

Ti vedremo a Sanremo?

“Dire che non ci penso sarebbe una bugia, è un palco importantissimo, una vetrina. Voglio essere sicura della canzone che porto, sento che c’è ma vediamo che succede. Non mi dispiacerebbe!”

Nella serata dei duetti che brano porteresti e con chi parteciperesti?

“Il pezzo di Mia Martini e Loredana Bertè ‘Stiamo come stiamo’ è nel mio cuore. E sicuramente cantare con Loredana Bertè.

Le canzoni di Tiziano?

“Le canzoni che sono state scritte, sono state scritte insieme a lui e sono nate pensando a lui e con lui”.

“Spesso gli mando canzoni, è sempre molto carino con me. è stato un onore fin dall’inizio accedere alla sua mail e potergli mandare i miei brani!”.

I momenti più belli del tour?

“Sold out Roma e Milano. Non pensavo che questo mestiere potesse avere questi ritmi, è  intenso! Mangiare bene, correre, dormire è importante, fare 63 instore con le persone che mi raccontano le loro storie, oggi si ascolta molto poco, ma è stato meraviglioso e voglio restituire tutto quello che mi hanno dato”.

 

Il rapporto con Alberto?

“Alberto è un mio amico, è una persona a cui è impossibile non voler bene. Io ho un carattere spigoloso, sono un po’ chiusa, lui invece è solare, si fa voler bene. Ci accomuna l’amore per la musica. Lui scrive melodie, io testi. Per me è un esercizio pazzesco, bellissimo sentire la sua voce cantare quelle parole, ci vediamo sempre anche per il programma (Amici Celebrities, ndr)”.

A chi è rivolta “Sempre pronti a giudicare”?

“Spesso non si conosce e si giudica, si vede un amore diverso e si giudica. Siamo nel 2020 e mi sembra assurdo dover trattare ancora alcuni temi, ma c’è bisogno di trattarli e mi sono sentita di prendere questa canzone e farla mia. Quando mi chiedono dell’omosessualità rispondo anche se siamo nel 2020 e se mi fanno questa domanda c’è un problema, mi sento in dovere di prendere una posizione per scuotere un po’ le persone”.

E invece “Le 4 Milano”?

“Ero a Milano, in hotel, erano le 4, non riuscivo a dormire. Per dormire scrivo questo messaggio alle 4 di mattina, che l’altra persona non ha letto visto l’orario e ho deciso di mettermi alla tastiera e scrivere la canzone.

Perchè il successo è arrivato ora, il segreto è stato non mollare?

“In alcuni passaggi della mia vita, è come se l’istinto mi diceva che non sarebbe successo niente. Non era il momento, non avevo la canzone giusta. Anche provare così tante volte Amici è servito. Maria (De Filippi, ndr) una volta disse che non avevo provato a fare altri talent, era la verità. Ho sempre pensato che quel talent avrebbe potuto tirare fuori aspetti della personalità e poteva farmi conoscere e arrivare al pubblico. Sono contenta che non sia successo prima, ogni cosa ha il suo momento, oggi sono maturata”.

 

View this post on Instagram

Ciao Ragazzi, anche per la data di Roma, sarà possibile acquistare in anteprima la copia del nuovo album VOGLIO ESSERE TUA che potrete ritirare subito, insieme ad una spilla ed una cartolina autografata da Giordana che potrà farvi partecipare ad un evento esclusivo previsto per Gennaio 2020. A presto Rockers!! 🔥🔥 STAFF – – – In colaborazione con @discotecalaziale #voglioesseretua #giordanaangi #casa #amiciufficiale #nuovoalbum

A post shared by GIORDANA ANGI (@giordanaangi) on

 

Tracklist 

1 – Oltre mare con Alberto Urso;  2 – Stringimi più forte; 3 – Le 4 Milano; 4 – Voglio essere tua; 5 – Ti vorrei adesso; 6 – Lola; 7 – Sempre pronti a giudicare; 8 – Paura di morire non ne ho; 9 – 400 Proiettili; 10 – Encore.

View this post on Instagram

Da venerdì ci sarà il pre-order del mio nuovo disco. Tutto questo è un sogno. Un sogno che prende il nome di “Voglio essere tua”. Un secondo disco scritto tra i volti delle persone che ho incontrato quest’estate, un volto di un paesaggio italiano bellissimo, di un amore sbocciato e un profondo senso di gratitudine per tutto ciò che la vita mi sta continuando a dare. Grazie ad ognuno di voi. Vi amo ❤️🔥

A post shared by GIORDANA ANGI (@giordanaangi) on

 

Articoli correlati: