16 GENNAIO - Spettacoli / Televisione

“Grande Fratello Vip”: tutti a lezione da Alfonso Signorini

Scritto da:

Le parole dure del conduttore sulla vicenda di Salvo e l’attenzione sulle donne

Non sarà un Gf Vp come gli altri“, Alfonso Signorini lo aveva premesso. E infatti non lo è. Ieri sera, mercoledì 15 gennaio, è andata in onda la terza puntata del reality show di Canale 5. Le parole hanno un peso. Sono armi potentissime da maneggiare (e pronunciare!) con cura. E quelle di Salvo Veneziano, il concorrente squalificato lunedì sera, non potevano di certo passare inosservate. La noncuranza e la leggerezza con cui, troppo spesso, si trattano temi tutt’altro che superficiali o leggeri, ha implicitamente legittimato la nostra società ad accettare comportamenti del genere. Viviamo un’epoca in cui aumentano a vista d’occhio i maltrattamenti e le violenze sulle donne, in cui le donne vengono ridotte a meri oggetti. Eppure, come ha ricordato Barbara Alberti:

«Si tratta di uno stupro verbale. Una ragazza bella e libera invece di suscitare ammirazione e divertimento suscita violenza. Stiamo pagando molto cara la nostra emancipazione».

Quel che è certo è che quella di ieri sera è stata una lezione di vita per uomini e donne di tutte le età. Perchè dovremmo imparare a disimparare, tornare bambini per essere uomini diversi. Il conduttore si è volutamente soffermato tanto sull’accaduto, perchè non si può scherzare o ridere su chi dice di spezzare la colonna vertebrale di una donna. Non si può e non si deve. E la proposta lanciata a Sergio Volpini, Pasquale Laricchia e Patrick Pugliese, suoi compagni di merenda nella casa, che non si sono minimamente scomposti dopo aver sentito una tale affermazione, era giusta. “Abbiamo pensato di portarvi in un centro contro la violenza sulle donne nei prossimi giorni per ascoltare dal vivo le loro testimonianze” e per comprendere cosa significhi provare sulla propria pelle una simile violenza.

Sì, è vero, come hanno fatto notare sui social, al divertissement leggero la puntata di ieri ha dato poco spazio, ma ai telespettatori ha lasciato molto di più. Argomenti su cui riflettere e modi di agire che diventano norme di comportamento civile per stare al mondo.

Molto toccante anche il discorso che non ci saremmo mai aspettati da Antonella Elia, che sulla soglia dei 57 anni, facendo un bilancio della sua vita, si è accorta con profondo rammarico di non aver lasciato un segno, di non aver sentito prima l’esigenza di diventare mamma. E di non poterlo più essere.

View this post on Instagram

Una verità nelle parole della nostra Antonella… una verità che coinvolge molte donne. #GFVIP

A post shared by Grande Fratello (@grandefratellotv) on

 

Il discorso sulla maternità ha spostato l’attenzione anche su un altro cruccio della nostra società, che continua a fare passi avanti nella tecnologia e ad arretrare sul piano umano. Come ha sottolineato Adriana Volpe: “In Rai mi facevano firmare ogni anno un contratto con una clausola sulla maternità, in caso di gravidanza avrei dovuto immediatamente avvertire l’azienda e non è detto che sarebbe rimasto valido”. Il discorso dei figli ha fatto scendere una lacrima anche a Wanda Nara, che si è (finalmente!) sciolta parlando dei suoi bambini e del precedente matrimonio.

Insomma, come ha ripetutamente affermato Signorini, quella di Salvo è stata “una brutta pagina della tv italiana”, ma il conduttore ha dimostrato che si può voltare pagina sempre. Si possono leggere messaggi belli, che non si esauriscono in quelle ore passate davanti lo schermo della tv. Restano negli occhi, ma soprattutto nel cuore.

 

View this post on Instagram

Per Adriana Volpe arriva un messaggio molto speciale da parte del suo grande amore Gisele: "Mamma, vinci per me" 😍 #GFVIP

A post shared by Grande Fratello (@grandefratellotv) on

 

Articoli correlati: