fbpx
Cinema

“Sing” il cartone animato che insegna a sognare e a realizzare i propri sogni

14 Dicembre 16 / Scritto da:

Il nuovo film d’animazione targato “Illumination Entertainment” uscirà nelle sale italiane il 4 gennaio. La pellicola narra la storia di un Koala con la passione per il teatro e per la musica, circondato da aspiranti cantanti 

Cenerentola cantava “I sogni son desideri” e anche se sono passati parecchi anni dal celebre cartone Disney, il tema del raggiungimento delle proprie aspirazioni è sempre attuale.

La passione del piccolo koala, Buster Moon si chiama teatro  e quella dei suoi amici è il canto. Musical, esibizioni e prove canore: “Sing” è il nuovo film d’animazione prodotto da “Illumination Entertainment” e distribuito da “Universal Pictures” uscirà nelle sale italiane il prossimo 4 gennaio.

buster-e-assistente

Buster ha un sogno riportare in auge il teatro in cui è cresciuto e che ha costruito con il padre. Il koala non ha un vero e proprio fiuto per gli affari e per cercare di evitare che il teatro cada in rovina organizza un concorso musicale, con in palio dei soldi. La sua anziana assistente è un po’ stordita, perde spesso l’occhio di vetro e stampando la pubblicità del concorso creerà un disguido sulla cifra del premio destinata ai concorrenti: da questo momento in poi partiranno le audizioni con la selezione.

topolino

Proprio il momento della selezione è uno dei più esilaranti, ci sono calamari, buoi, maialini, lumache, topi e conigli. Le canzoni passano da “Crazy in Love” di Beyoncé a “Stay with Me” di Sam Smith a “Hallelujah” di Leonard Cohen.

Protagonista su tutti è il koala, un po’ sfigato, mai aiutato dalla sorte ma che ci mette sempre tanto cuore, ci crede ed è buono con tutti, un koala di cuore che incita e incoraggia i concorrenti a seguire le proprie passioni. Non siamo in grado di dirvi quale sia il personaggio più simpatico, ognuno ha una caratteristica positiva riconducibile a una qualsiasi persona.

elefantina

C’è l’elefantina, insicura ma sempre sostenuta dalla propria famiglia, che dovrà tentare di vincere le proprie ansie, c’è la maialina casalinga disperata, divisa tra 25 figli e il marito ma con la fortissima passione per il canto che si ritroverà a ballare con Gunter (maialino), il gorilla cresciuto da un padre criminale che vorrebbe che seguisse le proprie orme, la porcospina combattuta tra carriera e amore e un prepotente topolino.

Un cartone animato moderno, che può piacere ai bambini per le tematiche, ma anche ai più grandi, una pellicola che fa ridere e che insegna a perseguire le proprie passioni, a crederci sempre, superando i propri limiti. Un altro bel successo di Illumination Entertainment, che dopo “Pets”, regala al pubblico un prodotto originale.