fbpx
Cinema

Captain Fantastic: il film con Viggo Mortensen, papà particolare

06 Dicembre 16 / Scritto da:

Esce nelle sale italiane il 7 dicembre ed è il nuovo film di Matt Ross, premiato a Cannes per la Miglior Regia nella sezione “Un certain regard”

Nelle foreste del Nord America si nasconde una famiglia unica, allevata da Ben Cash alias Viggo Mortensen (Il Signore Degli Anelli, Il Delitto Perfetto). Ben, una sorta di pater familias (letteralmente padre di famiglia) alleva i figli lontano dalla civiltà, dal consumismo americano e da qualsiasi tipo di comfort. I ragazzi hanno studiato a casa, sono colti, preparati e si sono perfettamente adattati, come dei piccoli Mowgli (Il libro della Giugla), a questa vita selvaggia.

La loro vita verrà stravolta dalla morte della madre: l’evento li porterà ad entrare a stretto contatto con la realtà.

Captain Fantastic” esce nelle sale italiane il 7 dicembre ed è stato premiato al Festival di Cannes con il premio “Un certain regard – Miglior regia” e alla Festa del Cinema di Roma con il “Premio del Pubblico“.

viggo-mortensen

La pellicola affronta il tema dell’educazione dei figli ma anche del rifiuto nei confronti delle convenzioni imposte della società. I dialoghi sono geniali e brillanti, con riferimenti alla musica classica o alla linguistica (su tutti il “personaggio” citato più frequentemente è Noam Chomsky, linguista e filosofo), ma anche alla storia e alla cultura americana. Viggo Mortensen è perfetto in questo ruolo da uomo selvaggio, rude e molto legato alle sue idee che troppo spesso sono eccessivamente radicate e rischiano di mettere in pericolo la vita dei propri figli.

Sono affascinato da tutti i temi che ruotano attorno all’essere genitori –  ha spiegato Ross, che ha firmato anche la sceneggiatura del film – Ben ha abbandonato il mondo esterno e qualsiasi ambizione personale per dedicare la sua vita a essere il miglior padre possibile. La questione è: è il miglior padre del mondo, oppure il peggiore? Quello che fa è folle, oppure follemente bellissimo?

Il film è una sorta di realizzazione utopica di una vita lontana da qualsiasi agio che porta a stravolgere i ruoli: i figli, spesso e volentieri, si trovano a educare Ben. La pellicola a tratti è ironica ma la vena drammatica prevale. Il finale poteva regalare qualcosa in più, forse si poteva osare, ma almeno, si ha il cosiddetto lieto fine.

captain_fantastic