renee-zellweger-come-bridget-jones
21 SETTEMBRE - Cinema

Bridget Jones, 10 curiosità sui film tratti dai romanzi di Helen Fielding

Scritto da:

In attesa del ritorno sugli schermi dell’adorabile pasticciona Bridget Jones con il terzo capitolo dei suoi disastri sentimentali, ecco 10 curiosità sui film con protagonista Renée Zellweger

 

Bridget Jones è tornata. Con parecchi chili in meno, qualche ruga in più, un iPad al posto del classico diario cartaceo, ma con il medesimo brio e capacità maldestra di combinare un guaio dietro l’altro. Nel terzo capitolo cinematografico della sue pasticciate (dis)avventure, Bridget si troverà alle prese con un dilemma non da poco: chi è il padre del bimbo che porta in grembo? L’ex di una vita Mark Darcy, o l’affascinante pseudo sconosciuto Jack Qwant? E soprattutto, dove la porterà il cuore? Risate, ironia e commozione sono garantite in Bridget Jones’s Baby, diretto dalla regista del primo film Sharon Maguire.

 

Bridget Jones cast terzo film

 

Renée Zellweger torna a indossare i panni di Bridget, ruolo che tanta fortuna le ha portato nella sua carriera. Colin Firth quelli dell’englishman tutto d’un pezzo Mark Darcy. La new entry Patrick Dempsey lascia subito il segno con il suo Jack, possibile nuova fiamma di Bridget. Bridget Jones’s Baby è atteso nelle sale italiane per il 22 settembre con la distribuzione di Universal Pictures.

In attesa che anche l’Italia possa salutarne il ritorno, vi lasciamo con qualche curiosità sui film di cui Bridget Jones è protagonista, vere romantic comedy in salsa british, ma in grado di rompere gli stereotipi che avvolgono il genere, presentandoci una protagonista imperfetta e che pure è impossibile non amare.

 

Bridget Jones compleanno

 

1. È vero che il film de Il diario di Bridget Jones è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Helen Fielding. Ma a sua volta quest’ultimo è frutto della riorganizzazione dei testi alla base di alcune rubriche fisse della Fielding sui giornali The Independent e The Daily Telegraph, che all’epoca riscossero molto successo tra i lettori.

2. Per il ruolo di Bridget, inizialmente furono valutate anche Kate Winslet, Toni Collette ed Helena Bonham Carter. Quando fu annunciato che la parte sarebbe andata alla statunitense Renée Zellweger, ci furono molte proteste da parte della stampa britannica. Renée però rispose impegnandosi molto nello studio dell’accento inglese, tanto che i realizzatori le trovarono un posto da tirocinante per due settimane presso la casa editrice Picador, dove lavorò sotto il nome di Bridget Cavendish. Renée riuscì infine a convincere tutti, portandosi a casa anche una nomination agli Oscar.

3. Non è un caso che a interpretare Mark Darcy nella pellicola sia stato chiamato Colin Firth. L’attore inglese fu infatti richiesto da Helen Fielding stessa, che lo aveva molto amato nel ruolo di Fitzwilliam Darcy nella miniserie della BBC Orgoglio e Pregiudizio, tratta dal romanzo di Jane Austen. Tracce di quest’ultimo possono essere ritrovate ne Il diario di Bridget Jones, a partire dalla scelta del cognome Darcy per il personaggio di Mark. La stessa Bridget, nel romanzo, ha una cotta per l’attore Colin Firth.

 

Bridget Jones - Colin Firth come Mr Darcy

 

4. Hugh Grant, prima ancora che venisse scritturato per il ruolo di Daniel Cleaver, è citato come attore nel romanzo della Fielding a proposito dei suoi famosi trascorsi con una prostituta.

5. Per il primo film, allo scopo di rendere anche fisicamente al meglio il personaggio di Bridget, Renée Zellweger mise su 12 chili seguendo una dieta a base di cibo spazzatura che contemplava hamburger, panini farciti con burro di arachidi, bevande proteiche, pizze.

6. In Che pasticcio, Bridget Jones! la scena di lotta tra Mark e Daniel non fu coreografata, ma agli attori venne solo chiesto di lottare l’uno contro l’altro in tutti modi possibili.

7. Bridget Jones’s Baby non si ispira, come si potrebbe pensare, al romanzo della Fielding Bridget Jones, un amore di ragazzo. E per fortuna, visto che in quest’ultimo apprendiamo che Mark Darcy è passato a miglior vita!

 

Bridget Jones prima e dopo

 

8. Hugh Grant non compare in Bridget Jones’s Baby per scelta personale, non avendo apprezzato la sceneggiatura sottopostagli.

9. Al contrario dei primi due film, in Bridget Jones’s Baby Renée Zellweger non ha dovuto mettere su chili per il personaggio. Alcuni fan hanno protestato a tal proposito, in quanto i chili di troppo farebbero parte integrante del fascino di Bridget. Gli sceneggiatori hanno però deciso di puntare sul fatto che Bridget ha sì raggiunto il peso forma, ma senza per questo aver risolto i suoi problemi sentimentali.

10. Emma Thompson, oltre a rivestire lo spassoso ruolo della ginecologa in Bridget Jones’s Baby, è stata chiamata anche a mettere mano alla sceneggiatura del film, insieme a Dan Mazer e alla stessa Helen Fielding.

Articoli correlati: