01 MARZO - Cinema / People

Berlinale 2020, il trionfo di Elio Germano: «Il premio è per tutti gli sbagliati»

Scritto da:

L’attore porta a casa il premio come migliore attore per la pellicola “Volevo Nascondermi”

In un momento in cui gli Italiani e l’Italia faticano e stanno cercando di affrontare l’emergenza sanitaria, arriva un segnale positivo, un segnale che esalta il cinema italiano e le nostre eccellenze.

A Berlino, alla settantesima edizione del Festival del cinema, la Berlinale, Elio Germano si aggiudica il premio come miglior attore per la pellicola “Volevo Nascondermi” di Giorgio Diritti e i fratelli D’Innocenzo, Damiano e Fabiano, portano a casa il premio come miglior sceneggiatura per “Favolacce”.

Germani è protagonista del film, diretto da Giorgio Diritti, sul pittore Antonio Ligabue:

Dedico il premio a tutti gli storti, gli sbagliati, gli emarginati e i fuori casta. E ad Antonio Ligabue, che ho stampato sulla mia camicia, alla grande lezione che ci ha dato: quello che facciamo resta. Diceva: un giorno faranno un film su di me. Eccoci qua.

La sua interpretazione ha convinto tutti: peccato che per l’uscita del film, in Italia, dovremo aspettare a cause dell’emergenza Coronavirus che ha posticipato la data di presentazione.

 

 

Articoli correlati: