fbpx
Cinema

10 indimenticabili scene dai film ambientate a Capodanno

31 Dicembre 16 / Scritto da:

La notte di Capodanno è una notte magica, in cui tutto può succedere. Dallo sbocciare di nuovi amori al consolidarsi di un’amicizia fino all’essere vittime di continue sventure! Ce lo ricorda anche il cinema. Ecco perché abbiamo selezionato per voi 10 scene dai film legate all’ultimo giorno dell’anno, per farvi sorridere ed emozionare

 

Harry ti presento Sally (1989), Rob Reiner

harry ti presento sally capodanno

Un rapporto speciale che si è evoluto più volte nel corso di un decennio quello tra Harry (Billy Crystal) e Sally (Meg Ryan), passato attraverso un’amicizia unica, litigi, riappacificazioni. È però in un’ennesima notte di Capodanno che si arriva finalmente a una svolta. Sally è a una festa e non si sta divertendo per niente. Harry le si presenta davanti, ha finalmente realizzato di amarla e glielo dice con una delle dichiarazioni d’amore più belle della storia del cinema.

Ti amo quando hai freddo e fuori ci sono 30 gradi. Ti amo quando ci metti un’ora a ordinare un sandwich. Amo la ruga che ti viene qui quando mi guardi come se fossi pazzo. Mi piace che dopo una giornata passata con te sento ancora il tuo profumo sui miei golf, e sono felice che tu sia l’ultima persona con cui chiacchiero prima di addormentarmi la sera. E non è perché mi sento solo, e non è perché è la notte di Capodanno. Sono venuto stasera perché quando ti accorgi che vuoi passare il resto della vita con qualcuno, vuoi che il resto della vita cominci il più presto possibile.

 

Café Society (2016), Woody Allen

café society capodanno

Negli anni ’30, il giovane Bobby (Jesse Eisenberg) conosce a Los Angeles la deliziosa Vonnie (Kristen Stewart), di cui si innamora e con la quale vive una dolce love story. Lei però a un certo punto, pur non del tutto convinta, decide di tornare insieme al precedente fidanzato. Bobby deluso rientra a New York, dove fa successo nella Café Society del tempo e trova moglie. Un viaggio nella Grande Mela di Vonnie rimette tuttavia in discussione la nuova vita del giovane, facendo vacillare la stessa Vonnie. Nella bellissima scena finale ambientata la notte di Capodanno, vediamo i due pensare a distanza l’uno all’altro in una dissolvenza incrociata dei loro volti sognanti, mentre immaginano silenziosamente un altro ormai impossibile finale per la loro storia.

 

Capodanno a New York (2011), Garry Marshall

capodanno a new york film

Film corale che vede alternarsi a New York, la notte di Capodanno, le vicissitudini di diversi personaggi ognuno preso dai propri problemi. Tra questi seguiamo anche Claire (Hilary Swank), che deve fare in modo che la caduta annuale della sfera luminosa a Times Square fili liscia. Si verifica però un guasto e la sfera resta a metà. Per prendere tempo, Claire improvvisa in televisione un commovente discorso sul vero significato del Capodanno.

Prima che stappiamo lo champagne, festeggiamo il nuovo anno, fermiamoci a rifilettere sull’anno che è appena passato per ricordarci sia i nostri trionfi che i nostri fallimenti e anche le promesse fatte e infrante… le volte che ci siamo aperti per vivere grandi avventure o ci siamo chiusi in noi stessi per paura di essere feriti. È questo il significato del capodanno, avere un’altra occasione, l’occasione di perdonare, di fare meglio, di fare di più, di dare di più, di amare di più e di smetterla di pensare alle conseguenze, cominciare finalmente ad accettare quello che verrà. Ricordiamoci di essere buoni l’uno con l’altro, gentili l’uno con l’altro e non solo questa notte ma tutto l’anno!

 

L’appartamento (1960), Billy Wilder

Questo film capolavoro vincitore di 5 premi Oscar racconta dell’impiegato Bud Baxter (Jack Lemmon) che, per far carriera, concede l’uso del proprio appartamento ai superiori e alle loro “amichette”. Con gran dispiacere l’uomo scopre tuttavia che l’amante del capo del personale Sheldrake è in realtà Fran (Shirley MacLaine), addetta all’ascensore e sua cotta segreta. Nella memorabile scena finale vediamo Fran, la notte del 31 dicembre, realizzare i propri sentimenti per Bud e quanto profondo sia l’amore che questo prova nei suoi confronti. La ragazza fugge allora dal suo Veglione per raggiungere l’appartamento di Bud dove, a una nuova dichiarazione, Fran risponde con la celebre battuta “Shut up and deal”, ovvero “stai zitto e fai carte”.

 

Sballati d’amore (2005), Nigel Cole

Sballati d'amore capodanno

Una storia d’amore tutta prendersi e lasciarsi, senza (quasi) mai azzeccare il timing giusto, quella che si consuma negli anni tra Oliver (Ashton Kutcher) ed Emily (Amanda Peet). In questo flusso temporale, è propria una notte di Capodanno che i due passano insieme, quando Emily contatta Oliver pur di non trascorrere il Veglione da sola. Allo scoccare della mezzanotte, la ragazza vede Oliver impegnato con un’altra e la solitudine sembra invaderla… almeno fino a quando il ragazzo non corre da lei a sorpresa per stamparle sulle labbra un bacio coi fiocchi!

 

200 Cigarettes (1999), Risa Bramon Garcia

Il titolo fa riferimento al numero di sigarette fumate dai personaggi la notte di Capodanno del 1981, mentre sono alla ricerca dell’anima gemella e desiderosi di realizzare qualcosa di sensazionale. Nel tourbillon di celebri protagonisti emerge la storia di Kevin (Paul Rudd) e Lucy (Courtney Love) che portano la loro amicizia a un nuovo livello in una toilette. Quello che inizia come semplice sesso potrebbe però trasformarsi in qualcosa di più profondo…

 

Sex and the City (2008), Michael Patrick King

L’amicizia è importante, anche l’ultimo giorno dell’anno. Mentre Carrie Bradshaw (Sarah Jessica Parker) attraversa New York per andare da Miranda, vediamo scorrere le vite appagate delle altre “ragazze” sulle note di Auld Lang Syne, canzone tradizionale dei paesi in lingua inglese con la quale si dà l’addio al vecchio anno ringraziando gli amici e il tempo passato insieme a loro.

 

Il padrino – Parte II (1974), Francis Ford Coppola

È un bacio privo di romanticismo ma pieno di passione quello che Michael Corleone (Al Pacino) dà a suo fratello Fredo (John Cazale) a una festa di Capodanno, rivelandogli di essere a conoscenza del suo tradimento nei suoi confronti.

 

Fantozzi (1975), Luciano Salce

Come dimenticare il Capodanno firmato Fantozzi? Tra camerieri incapaci e lancette dell’orologio portate avanti per far scoccare prima la mezzanotte, le risate sono assicurate.

 

Ghostbusters 2 (1989), Ivan Reitman

Un 31 dicembre decisamente memorabile quello che i Ghostbusters si trovano a passare nel secondo capitolo delle loro (dis)avventure spettrali. Il momento cult per eccellenza coinvolge nientemeno che la Statua della Libertà, che viene animata per veicolare i sentimenti buoni dei cittadini di New York.