29 NOVEMBRE - Musica / Spettacoli

L’anteprima di “Ex Voto Tour”, Aiello: “Grazie per la fiducia, è più importante dell’amore”

Scritto da:

Milano la prima tappa sold-out in 48 ore del cantautore da record 

Grazie” lo ripete più volte Aiello dal palco del suo primo tour, un’anteprima di quello che sarà “Ex Voto Tour 2020“. Ieri sera è partito dalla Santeria a Milano il viaggio del cantautore. Un sogno che non ha mai smesso di inseguire da quando all’età di 16 anni ha scritto il primo brano. La data ha fatto sold-out in sole 48 ore. “Sono rimasti fuori anche molti miei amici, non mi aspettavo tutto questo affetto”, anzi lo ha definito “un gesto di fiducia“, sottolineando dal palco che al giorno d’oggi la fiducia è molto più importante dell’amore. Un amore da cui è stato travolto, a partire da “Arsenico” (disco d’oro con più di 10 milioni su Spotify e 5,4 mln su Youtube di visualizzazioni su YouTube), il primo brano del progetto firmato Sony, e che non si esaurisce ne “La mia ultima storia” (5,5 milioni di stream su Spotify), ma continua per tutti i brani dell’album con la stessa intensità.

Il concerto è iniziato da “La doccia del 25“, brano che avrebbe tutte le carte in regola per essere lanciato come prossimo singolo (e poi con 25, si intende 25 dicembre quindi il destino giocherebbe a suo favore!). Poi tocca a “Quel cane“, uno dei brani più intensi e poetici dell’album.

Si balla non solo con “Festa“, che ha sonorità disco per eccellenza, anche con altri brani dell’album come “Sushi“, che sul finale ha regalato una sorpresa: la presenza di Tormento, uno dei capostipiti del rap italiano. “Ci siamo conosciuti quest’estate e quando mi hanno detto che aveva accettato di collaborare non ci credevo, il suo contributo è stato prezioso per il brano!” ha affermato Aiello dal palco con emozione e immensa gratitudine.

Un misto di emozione e incredulità ha reso il live una magica sospensione dal tempo e dallo spazio:

È il nostro concerto, non è solo mio! ha specificato ripetutamente il cantautore.

Ci sono anche cover “aiellizzate” dal suo timbro riconoscibilissimo! Tra queste “Stavo pensando a te” di Fabri Fibra, “Qualcosa di grande” di Cesare Cremonini, “E penso a te” di Lucio Battisti.

Non c’è spazio per le lacrime, quello che si respira live sono emozioni senza rimpianti. L’amore non va mai perso, anche quando finisce crea cose positive “come questo album” racconta Aiello che, però, preferisce dare spazio e voce alla musica.

“E pensare che l’anno scorso volevo venire io ad un concerto qui, ma era sold-out e rimasi fuori. Non avrei immaginato che un giorno lo sarebbe stato il mio. Quello che avete fatto è incredibile!”.

E intanto vi anticipiamo che Aiello ha già finito di scrivere il nuovo album. Ma quella è “Un’altra storia” e no, non è affatto l’ultima!.

View this post on Instagram

Eccoli i miei giorni di prove, di abbracci, di gambe che tremano..per davvero😅 Ho una memoria di merda, probabilmente scorderò le parole..ma voi capirete, mi sentirete comunque. Non è facile buttarsi nel mare del passato, e cantarlo completamente nudo. Fortuna che poi balleremo e suderemo. Fortuna che NOI FAREMO L’AMORE🔥 Mancano solo 2 giorni..non vedo l’ora di vedervi!!! #AIELLO #AIELLOLIVE2019 #leprove

A post shared by A I E L L O (@_aiello__) on

 

Articoli correlati: