19 MAGGIO - Gossip / People

Serena Enardu risponde alle critiche dei fan

Scritto da:

Molti l’hanno criticata per le sue continue sponsorizzazioni dopo la rottura con Pago

Da qualche giorno è finita la tanto tribolata storia d’amore tra Serena Enardu e Pago, reduci dall’ultima esperienza nel reality del GF Vip. I due si sono detti addio come ha fatto sapere la stessa Enardu, con un post Instagram, eppure non si sono placate le polemiche.

Nonostante il momento delicato molti fan hanno evidenziato come l’influencer non abbia mai smesso di sponsorizzare prodotti di ogni tipo. Nelle stories è così arrivata la replica della diretta interessata, piuttosto stizzita e innervosita dai commenti ricevuti.

Poi ha spiegato che nonostante tutto preferisce ripartire e non piangersi addosso: “Io non sono una di quelle, sono una di quelle che va avanti e che deve portare avanti una casa, che deve continuare a crescere un figlio ok?”

Si è detta sconvolta da quelle persone che perdono del tempo per diffondere odio sui social. La Enardu ha poi esortato i suoi followers a non scriverle in privato e a non dirle che deve accettare le critiche in quanto personaggio pubblico, perché, ha ribadito: “Io sono libera“.

Se vi fa piacere mi seguite, mentre se invece vi faccio schifo e non vi piaccio dovete togliere il segui. È semplicissimo, invece di fare i commenti con la vostra amica becera e via dicendo. Potete commentare, ma non dovete venire a dirlo a me, perché non me ne frega niente, che sia chiaro. E questo non perché voglio solo persone che mi fanno i complimenti o che sono dalla mia parte, assolutamente no, anche perché tanti di voi mi hanno aiutata in svariate occasioni, dandomi consigli e facendo delle premesse in modo educato. I vostri insulti, però, non li accetto e non ve lo consento assolutamente, quindi basta! E non perché mi innervosisco, ma perché perdo del tempo. Io dedico due-tre ore al giorno ai messaggi che ricevo e con quelli beceri non faccio che perdere tempo e io di tempo da perdere non ne ho.

 

Articoli correlati: