11 FEBBRAIO - People

Sanremo, Riki accusato di omofobia dopo un commento su Instagram

Scritto da:

Ha fatto il giro del web la risposta del cantante a un commento sul social

Riki è uno dei 24 artisti che ha preso parte alla 70° edizione del Festival di Sanremo. Nelle ultime ore però non si è parlato della sua musica ma di una sua risposta su Instagram definita da molti omofoba.

Riccardo Marcuzzo sul social ha avuto una discussione con un professore di latino, Davide Misiano, personaggio noto al grande pubblico per la sua partecipazione a “All Together Now” e per essere stato opinionista del Festival per All Music Italia. Il giudizio del prof non è di certo stato tenero con l’ex allievo di “Amici” : Misiano ha commentato una frase della canzone aggiungendo un suo parere.

Parole che inciampano, Le sprechiamo in silenzi sfogandole addosso.  E poi sul telefono, Trattieni i respiri e li aggiusti in un fiat,  Ti diverti e ti annoi, da adesso in poi non darmi mai e non darlo mai per scontato…- e poi ha aggiunto – Abbiamo smarrito i soggetti  e abbiamo capito meno del monologo di Diletta Leotta. Quindi tracciamo tutto con penna rossa, suggerendo: trova pace, con la sintassi e con la vita.

Non è mancata la risposta del cantante che è diventata oggetto di critiche su Twitter.

Hai preso una frase meravigliosa, che se fosse stata scritta da un personaggio più brutto e quotato dalla stampa sarebbe considerato un poeta. Il soggetto c’è, la sintassi è giusta. Se c’è una cosa che conosco è la grammatica italiana”. E l’intervento di Riki non è finito. Perché, poi, l’artista ha infierito sul blogger: “Sai cosa? Sono bello e intelligente. Andate in crisi voi brutti e ‘intellettuali’. Tu sei pure che**a e le che**he per definizione sono frustrati. Si vede dal tuo sguardo in quella foto.

 

Un commento che ha portato tanti utenti a criticare il giovane cantante definendolo omofobo.

Articoli correlati: