08 OTTOBRE - Cinema / People / Spettacoli

Maleficent 2, Angelina Jolie: “Vi spiego chi sono le donne forti”

Scritto da:

“L’odio non è mai l’unica alternativa” e tra bene e male, altruismo ed egoismo, vita o morte si può scegliere sempre 

Maleficent 2, ovvero “Maleficent- La signora del male” è da vedere. E non solo per le protagoniste eccezionali, Angelina Jolie (Malefica), Elle Fanning (Aurora) e Michelle Pfiffer (Regina Ingrith), che abbiamo incontrato a Roma, alla prima europea del film Disney, ma perchè non è una favola, come ci racconta Angelina Jolie: “I temi che raccontiamo sono veri e importanti ma, al tempo stesso, questi personaggi fiabeschi ci permettono di giocare e di far evadere il pubblico”.

Il confine labile tra bene e male. Tra giusto e sbagliato. Tra odio e amore. Senza sfumature. Il sequel di Maleficent (nelle sale dal 17 ottobre) tocca diverse corde del cuore. E lo fa in chiave attuale. L’essere umano si scontra con le debolezze e, sono proprio quelle virtù usate con cattiveria che diventano debolezze. “L’odio non è l’unica alternativa”, urla Elle Fanning e si può scegliere sempre tra amore e odio. E l’alternativa è sempre la migliore. Si affrontano anche i temi dell’abbandono e del perdono. Finchè c’è amore ci sarà sempre spazio per il perdono. E mondi opposti possono convivere.

“L’ambiente non viene rispettato proprio perché non si ha rispetto per le altre popolazioni. Spesso è anche egoismo e avidità – ha detto la Jolie- non solo ignoranza. Il rispetto dell’ambiente è fondamentale per il nostro futuro”. Il film spinge a riflettere sulla diversità: “Quello che mi attirava di più era l’idea delle differenze. Chiunque si sia sentito diverso, non sia stato accettato per qualche motivo, si riconosce in Maleficent. Lei viene cacciata e presa di mira perché è diversa. Invece di vedere la bellezza della diversità e il valore che le differenze portano l’uno all’altro abbiamo paura delle differenze e facciamo del male agli altri”.

View this post on Instagram

La Città Eterna è stata stregata da #AngelinaJolie e #MichellePfeiffer.⠀ ⠀ ⠀ Guardate il video dell'anteprima europea a Roma di #Maleficent – Signora del Male, dal 17 ottobre al cinema.

A post shared by Walt Disney Studios IT (@waltdisneystudiosit) on

 

 

Il rancore che consuma il cuore e inasprisce i sentimenti buoni, come quello di Michelle Pfiffer. L’attrice interpreta la Regina Ingrith, new entry mamma del Principe Azzurro: “Penso che le nuove generazioni vengano al mondo con più tolleranza, allo stesso tempo la parte intollerante dell’umanità è più debole. L’essere diversi non accetta confini. Abbiamo cercato di avere inclusione e diversità nel film. I personaggi femminili sono tutti e tre forti in modo diverso e lottano, soffrono in tre modi diversi”.

E la Jolie sottolinea: “Non è forte chi comanda, è autoritario, dispotico o prepotente. Ad esempio, il personaggio di Michelle (Pfiffer, ndr) fa solo cose cattive, ma è mossa dalla paura, non è forte o potente, come vuole far credere. Ed è quello che accade quotidianamente. È ora di dire che sono donne forti anche le mamme che a casa crescono i loro figli. Abbiamo pensato a lungo se fosse giusto che Aurora combattesse una battaglia, ma poi abbiamo pensato di valorizzare la sua delicatezza come punto di forza. Lei combatte, ma non fisicamente”. Così, le eroine possono finalmente essere se stesse, senza accentuare lati violenti o più virili.

Angelina Jolie: “Non so perché spesso le persone cattive e i cattivi comportamenti attraggono. In molti film fanno sembrare d’appeal i comportamenti cattivi, ed è per questo che i bambini poi non sanno discernere e si chiedono perché. In questo film, ad esempio il personaggio di Michelle fa solo cose cattive e poi spiega che è mossa dalla paura. Non è forte o potente, come vuole far credere. Ed è quello che accade quotidianamente. E una come Malefica, può fare paura perché è diversa, in realtà combatte per il bene“.  È d’accordo anche Michelle Pfiffer: “Quello che mi è piaciuto del primo film è che la vera sfida è capire chi è buono e chi è cattivo. Ed è di ottimo insegnamento per i bambini, ed è per questo che respond perché gli viene detto dall’inizio di essere bravi, senza sapere cosa significhi realmente”.

 

L’amore è l’unica magia che non necessita sortilegi. E la Jolie ci saluta lasciandoci molto, molto di più della sua bellezza disarmante (anche se è difficile da credere!): “Credo che chi non viene accettato per una ragione qualsiasi, si senta un po’ come Malefica, inferiore solo perché è diversa. Il vero messaggio del film è accettarsi. La vita è troppo breve per rinunciare ad essere se stessi”.

 

 

 

View this post on Instagram

La magia di Roma si è unita all'incanto di #AngelinaJolie e #MichellePfeiffer. #Maleficent

A post shared by Walt Disney Studios IT (@waltdisneystudiosit) on

 

View this post on Instagram

#AngelinaJolie incontra i fan italiani a Roma per l'Anteprima Europea di #Maleficent – Signora del Male, dal 17 ottobre al cinema!

A post shared by Walt Disney Studios IT (@waltdisneystudiosit) on

 

 

 

 

Articoli correlati: