18 FEBBRAIO - Musica / People

Mahmood: “Io gay? Specificare significa già creare una distinzione”

Scritto da:

Il vincitore di Sanremo ha parlato a Corriere della Sera

Mahmood è il vincitore della 69° edizione del Festival di Sanremo 2019 grazie alla sua “Soldi”, hit del momento in vetta a tutte le principali classifiche musicali. Tanto si sta scrivendo e dicendo sul conto dell’artista di origini arabe, ma nato a Milano (nel quartiere di Gratosoglio).

A “Corriere Della Sera”; il cantante ha parlato così della sua vita e del rapporto con la famiglia. Come già risaputo, infatti, il padre lo ha abbandonato quando aveva cinque anni mentre la mamma è un punto di riferimento nella sua vita:

Devo tutto a mamma. All’inizio, mi accompagnava lei dal maestro di musica, partendo da Buccinasco, dove lavorava, e portandomi a Baggio. Ogni giorno, un viaggio. Mi ha fatto da madre e da padre.

Molto si è detto anche sulla sua sessualità e Mahmood ha spiegato:

 

Io non ho mai detto di essere gay. La mia è una generazione che non rileva differenze se hai la pelle di un certo colore o se ami qualcuno di un sesso o di un altro. Io sono fidanzato, ma troverei poco educata la domanda se ho una fidanzata o un fidanzato. Specificare significa già creare una distinzione.

Il cantante, intanto si gode il successo e si prepara all’uscita del disco “Gioventù Bruciata”.

View this post on Instagram

GIOVENTÙ BRUCIATA. L’ALBUM. FUORI IL 22 FEBBRAIO. Link preorder Amazon e instore nelle storie.

A post shared by Mahmood (@mahmoodworld) on

Articoli correlati: