07 NOVEMBRE - People

La Federazione nuoto si schiera con Magnini: “Filippo è stato sempre un esempio”

Scritto da:

Il nuotatore insieme a Michele Santucci è stato squalificato per 4 anni per presunto doping

È furioso Filippo Magnini, una rabbia mai vista, nemmeno di quelle che di solito trasportava in piscina per vincere una gara nei suoi amati 100 stile libero. Il nuotatore, che si è ritirato dalle competizioni, ha ricevuto la condanna a 4 anni, insieme a Michele Santucci, per presunto doping.

Una notizia che lascia tutti basiti e increduli ma che non dimostra la colpevolezza del campione, per cui inizialmente erano stati richiesti 8 anni per “uso o tentato uso di sostanze dopanti”.

Nel suo curriculum grava la frequentazione con il medico nutrizionista Guido Porcellini, condannato a 30 anni di inibizione dal TNA (Tribunale Nazionale Antidoping). L’ex storico fidanzato di Federica Pellegrini, attualmente impegnato con Giorgia Palmas, ha spiegato:

Chiunque può capire che io non posso aver convinto Michele a fare delle cose o imputato per favoreggiamento, ma tutto si è limitato al ‘tentato’ uso: almeno non si può dire che Magnini e Santucci si sono dopati. Abbiamo esempi di atleti che hanno preso due mesi di squalifica anche se sono stati trovati positivi, due anni dopo positività e recidività. Noi abbiamo 200 controlli tutti a posto e 4 anni per un tentato uso mi sembra esagerato, ridicolo.

Il nuotatore si è sempre schierato a favore della lotta contro il doping ed è stato tra i testimoni dell’iniziativa “IamdopingFree“. La Federazione italiana Nuoto, si è così schierata a favore del pesarese con un comunicato:

La Federnuoto esprime fiducia negli organi preposti a prevenire, combattere e perseguire il doping.
Il percorso giudiziale che coinvolge Filippo Magnini e Michele Santucci ha espresso solo il primo verdetto e potrebbe proseguire.
Pertanto la Federnuoto chiede il massimo rispetto nei confronti degli atleti, auspicando che riescano a dimostrare la loro estraneità alla vicenda in ulteriori sedi.
La Federnuoto ricorda altresì come Magnini sia stato – nel corso della sua straordinaria carriera – un esempio per tutto il movimento, nonché uomo simbolo dello sport italiano e della lotta al doping.
Si coglie l’occasione per ribadire l’impegno della Federazione Italiana Nuoto per affermare e tutelare lo sport pulito e nel trasmettere i principi di lealtà e probità, condivisione, aggregazione e integrazione, nel nostro Paese che conta oltre 5.000.000 di praticanti.

View this post on Instagram

#Repost @fabioswim with @get_repost ・・・ Filippo Magnini nel corso della sua carriera non è mai risultato positivo, anzi è stato sempre in prima linea nella lotta al doping con il progetto “I AM DOPING FREE nato dalla volontà di debellare il doping dal mondo dello sport”. Il bicampione del mondo dei 100 stile libero paga la frequentazione col nutrizionista Guido Porcellini, a sua volta squalificato a 30 anni nel processo penale di Pesaro. Ma la Procura sportiva è stata meno clemente: non servono le prove sono sufficienti i sospetti. Adesso Magnini e Santucci potranno tentare negli altri due gradi di giudizio di ribaltare l’esito di questa sentenza, ed in ultima istanza appellarsi al Tribunale sportivo (TAS) di Losanna. In the course of his career Filippo Magnini has never resulted positive at doping tests , indeed he has always been at the forefront of the doping fight with the project "I AM DOPING FREE” a project born from the desire to eradicate doping from the world of the sport. The 2-times 100 free-style world champion pays the bill to be associated with Guido Porcellini a nutritionist who has been disqualified at 30 years in the penal trial of Pesaro. But the sports prosecutor has been less forgiving: the evidence is not enough the suspects are sufficient. Now Magnini and Santucci can try to overturn the outcome of this sentence, and as last resort – to appeal to the Court of Sports (TAS) of Lausanne. Corsia4 @filomagno82 🇮🇹

A post shared by I AM DOPING FREE (@iamdopingfree) on

A sostegno di “Pippo”, tanti amici delle sport (dal nuotatore Luca Dotto a Flavia Pennetta e Fabio Fognini e non solo:

Articoli correlati: