fbpx
People / Televisione

Jacopo Cullin ha dichiarato: “voglio vincere il premio Oscar”

22 Febbraio 21 / Scritto da:

Jacopo Cullin

Jacopo Cullin è tra gli attori della nuova fiction Rai “Le indagini di Lolita Lobosco”. Attore e regista, il suo sogno è quello di vincere un premio Oscar

È molto determinato Jacopo Cullin è uno dei protagonisti della fiction Le indagini di Lolita Lobosco. Il suo sogno è quello di vincere un premio Oscar e possiamo dire che ha tutte le carte in regola per raggiungere il suo obiettivo sia come attore che come regista.

Jacopo Cullin è nato a Cagliari nel 1982 e fin da bambino ha avuto il sogno di lavorare nel mondo del cinema. Così, fin da giovanissimo inizia a partecipare agli stage di recitazione in Sardegna, guadagnando la popolarità nella sua regione di appartenenza, impegnandosi nella recitazione teatrale. Nel 2006 si trasferisce a Roma per approfondire gli studi di recitazione e divenendo membro dell’Actor’s Center di Roma. Dal 2008 inizia la sua carriera sul piccolo schermo, recitando in Le ali in onda su Rai 1.

Jacopo Cullin, oltre ad essere attore è anche un regista e nella regia debutta nel 2012 con Buio, un cortometraggio interamente scritto, diretto e interpretato da lui stesso. Nel 2019 è stato, inoltre, il protagonista della commedia L’uomo che comprò la luna di Paolo Zucca, con il quale lavora anche per L’Arbitro.

Parlando del suo esordio, si legge su Il Sussidiario, ha detto: “avevo la passione di imitare le persone, cercavo di impersonare gli altri per far ridere la mia classe. E poi guardavo moltissimi film tipo Fantozzi; l’ho guardato talmente tante volte che non ridevo più, tant’è che mia madre pensava di avere un figlio scemo, mentre forse stavo solo assorbendo tutto. Credo che la mia sia una passione innata, non è qualcosa che mi è stato trasmesso”.

Non solo, l’attore ha poi parlato del film L’uomo che comprò la luna, una commedia che si discosta dalle classiche commedie all’italiane: “speriamo di scardinare un po’ questo meccanismo che si è creato non solo in Italia, ma in tutto il mondo, perché le commedie commerciali più grosse vanno a colpo sicuro, funzionano secondo meccanismi che hanno già avuto successo in passato e per questo vengono riproposti, anche se in salse diverse. La nostra è una commedia totalmente originale con un cast internazionale”.

Leggi anche: Luisa Ranieri, chi è l’interprete del vicequestore Lolita Lobosco

Della sua partecipazione alla nuova fiction Rai, ha dichiarato su Instagram: “Sono molto orgoglioso di aver preso parte a questo progetto”. Inoltre, scorrendo i suoi post, ne incontriamo uno nel quale ripercorre la sua storia e tra l’altro scrive: “Negli anni ho messo un po’ da parte gli spettacoli, poi ho rinnegato i miei personaggi perché volevo far vedere che ero in grado di fare anche altro, ho smesso di scrivere spettacoli perché ero convinto che i personaggi facessero parte del mio passato… per fortuna con gli anni ho fatto pace con me stesso e ho capito che una cosa non esclude l’altra. Son sempre stato in continua evoluzione, non mi sono mai fermato e ho imparato le lezioni della vita a schiaffoni forti. Mi piace quando rompo tutte le mie certezze per ricostruire qualcosa di più bello, un po’ come quella tecnica giapponese che sigilla le crepe dei vasi rotti con l’oro. Ho spesso lavorato a corrente alternata, ma adesso ho capito che voglio sfruttare ogni giorno che mi sarà concesso, voglio usare il mio corpo e la mia mente per creare qualcosa di bello e che possa far stare bene le persone”.

Leggi anche: Lunetta Savino e il rapporto con il suo personaggio in Lolita Lobosco

Ma il suo grande sogno è quello di vincere la statuetta più ambita: “voglio vincere l’Oscar. Non tanto per soddisfazione personale, ma per poter ringraziare i miei amici, mia madre e tutte le persone che mi hanno aiutato davanti a tutti, in un’occasione molto importante. Un obiettivo più vicino e più piccolo, che in realtà è enorme, è fare il mio film, che ho già scritto e ora sto aspettando che parta”.

 

Tag:, ,