fbpx
Gossip / People

Vera Miales, contro le critiche di Guenda e Manila. Ecco l’accaduto

14 Ottobre 21 / Scritto da:

Vera Miales replica alle critiche ricevute dopo l’incontro con Amedeo Goria all’interno della Casa più spiata d’Italia. Vera contro Guenda e Manila

Vera Miales mette a tacere le nuove affermazioni riguardo la sua gravidanza. Nella puntata di lunedì 11 ottobre, Vera la fidanzata del noto giornalista Amedeo Goria, ha avuto un confronto con alcuni vipponi della Casa, tra cui Aldo, Carmen, Soleil ed Alex. La sua finta gravidanza è stata molto criticata dentro e fuori la Casa. Vera dopo aver svelato la verità ad Amedeo Goria in diretta nella scorsa puntata, Guenda Goria nonchè figlia di Amedeo si è subito precipitata a scrivere una stories, affermando che sapeva della finta gravidanza.

In queste ultime ore Vera ha scelto di punzecchiare e rispondere alle accuse di Guenda lanciate nella stories Instagram, rispondendola via social: “Ma quale spettacolarizzazione? Ma ce l’avete un cervello? Smettetela di essere banali, moralisti e finti perbenisti! Ritornate sulla Terra!”. 

Leggi anche –> lulu chiede un riavvicinamento a manuel spiazza la risposta dellatleta

La modella e imprenditrice 36enne, si è presentata all’incontro con il fidanzato in abito da sposa. La reazione dei vipponi è stata chiaramente sorprendente, tra cui la moldava Manila Nazzaro, in queste ultime ore è tornata a parlare dell’incontro avvenuto tra Vera e Amedeo.

Manila senza malizia ha notato che la compagna di Amedeo ha solo cercato di farsi pubblicità a tutti i costi fingendo una gravidanza. In molti non hanno apprezzato la sua apparizione nel reality show. La Nazzaro inoltre continua il suo dialogo con alcuni gieffini svelando che non riusciva a trattenere la risata durate l’incontro. Infine chiede ai quattro vip che hanno avuto con lei il confronto come hanno fatto a rimanere seri.

Ma Miales con garbo attacca anche Manila, scrivendo: “Cara Manila, non continuare a giudicarmi se non conosci i fatti e non sai quello che ho passato. Non sei né un giudice né un avvocato! Trova altri argomenti per attirare l’attenzione!”.