fbpx
Cinema / Gossip

Sean Young: “Ridley Scott si vendicò dopo il mio rifiuto”

24 Marzo 21 / Scritto da:

Sean Young, la Rachael di Blade Runner, in una recente intervista ha parlato di una vendetta ricevuta dal regista Ridley Scott

Sean Young è tra le attrici più famose degli anni ’80 e ‘90 per la sua partecipazione a numerose pellicole di successo, come Ace Ventura – L’acchiappanimali e serie televisive come E.R. – Medici in prima linea e Squadra Emergenza.

L’attrice, originaria del Kentucky, esordisce nel 1980 nel film Jane Austen a Manhattan di James Ivory, mentre l’anno successivo recita in Stripes – Un plotone di svitati di Ivan Reitman. La carriera di Sean Young è ormai ben avviata, tant’è che viene scelta dal regista Ridley Scott per far parte del cast di Blade Runner (1983).

A distanza di quasi quarant’anni, l’attrice, in una recente intervista al The Daily Beast, ha raccontato della sua lunga carriera, soffermandosi sulle sue esperienze e in particolare ha parlato di una spiacevole vissuta proprio con il regista Scott. La notizia, come c’era da aspettarselo, è rimbalzata su tutti i giornali, come Ciak Magazine, che riporta proprio le dichiarazioni di Sean Young. Vediamo di cosa si tratta.

L’attrice racconta che all’inizio delle riprese il regista le avrebbe chiesto ripetutamente di uscire con lei, ma di non aver mai accettato. In seguito, il regista avrebbe distolto la sua attenzione da lei per rivolgerla all’altra protagonista del film, ovvero Joanna Cassidy. L’attrice ha pensato che fosse tutto finito lì, ma poi sarebbe arrivata la “vendetta” del regista, che avrebbe fatto girare una scena d’amore con il coprotagonista Harrison Ford, in maniera secondo lei troppo forte.

La “vendetta” del regista, secondo l’attrice, non si sarebbe esaurita con quell’episodio, ma sarebbe continuata con il fatto che Ridley Scott non abbia più voluto lavorare con lei. Inoltre, Sean Young non ha fatto parte nemmeno del film del 2017 Blade Runner 2049 di Denis Villeneuve, perché il suo personaggio è nel frattempo morto e compare solo sotto forma di ologramma in un breve cameo. Nemmeno questa scelta è piaciuta all’attrice, che ha rivelato di aver firmato un accordo in cui non si sarebbe dovuta lamentare pubblicamente dell’assenza del suo personaggio.

 

Fonte immagine: lukeford.net