fbpx
27 GIUGNO - Gossip

Fedez querelato: “Caro ministro Franceschini la verità è uno tsunami!”

Scritto da:

Il rapper è stato querelato dal ministro dei beni culturali e dalla SIAE, ecco perché…

Fedez è stato querelato dal ministro dei beni culturali Franceschini e affida a un video sul suo profilo Facebook le sue motivazioni:

“Da circa un anno e mezzo sto combattendo una battaglia contro il monopolio di SIAE (l’unica società che gestisce i diritti d’autore di tutti gli artisti italiani, che detiene l’esclusiva con lo Stato italiano da circa 70 anni). Costa qualcosa come 13 milioni di euro e mezzo all’anno e nasce come società non a scopo di lucro, che però detiene un patrimonio immobiliare stimato di circa 264 milioni di euro! Ora questa battaglia si arricchisce di un nuovo capitolo. Il ministro dei beni culturali Franceschini, che detiene compiti di sorveglianza su di essa e la stessa SIAE hanno fatto squadra e hanno deciso di querelarmi. La SIAE è l’unica società che comunica la querela tramite comunicato stampa e in questo sono stati molto innovativi, visto che solitamente non lo sono”- ironizza il rapper.

A spiegare la causa scatenante è lo stesso Fedez: “L’altro ieri in una conferenza stampa ho sostenuto che quando il ministero di Franceschini si occupa di SIAE è in conflitto d’interessi, in quanto sua moglie gestisce il patrimonio immobiliare di SIAE- e ammette- faccio il cantante e forse ho usato un linguaggio poco tecnico, ma farò una rettifica. Michela Di Biase, moglie del ministro Franceschini, è stata assunta dal 2016 dalla Fondazione Sorgente Group, uno dei principali gruppi italiani che gestisce tutti i beni di SIAE”.

Fedez sottolinea però, che “il ministro Franceschini voleva precedentemente eliminare il monopolio SIAE, ma poi ha cambiato idea. Monopolio che, tra l’altro, è rimasto solo in Italia. Il conflitto d’interesse c’era e c’è”.

“Io continuerò a cantarvele ed è una musica da cui non riuscirete a scucirmi nemmeno un centesimo e la calunnia è un venticello, ma la verità è uno tsunami“, conclude il rapper!

 

Articoli correlati: