fbpx
Cinema / People

FESTA DEL CINEMA DI ROMA: L’OMBRA DI CARAVAGGIO di Michele Placido con Riccardo Scamarcio

22 Settembre 22 / Scritto da:

FESTA DEL CINEMA DI ROMA: L’OMBRA DI CARAVAGGIO di Michele Placido con Riccardo Scamarcio

Scritto, diretto e interpretato da Michele Placido chedopo cinquant’anni di carriera e quattro di lavoro sul progetto firma il suo quattordicesimo film da regista, LOmbra di Caravaggio è una co-produzione italo-francese siglata da Goldenart Production con Rai Cinema e per la Francia Charlot, Le Pacte e Mact Production. Il film esplora l’intricata e avventurosa esistenza di Michelangelo Merisi, in arte Caravaggio, già una popstar al suo tempo, raccontato nelle sue profonde contraddizioni e nelle oscurità del suo impenetrabile tormento. Ribelle e inquieto, devoto e scandaloso, indipendente e trasgressivo, il Caravaggio chePlacido mette in scena è unartista maledetto dal talento assoluto,ma soprattutto una rockstar ante litteram, un rebel without a causecostretto ad affrontare gli inquietanti risvolti di una vita spericolata – con le sue donne e i suoi demoni – in cui genio esregolatezza convivono per regalarci un personaggio fuori dal tempo e unicona affascinante e universale.

Leggi anche —> un giorno importante per soleil sorge lex gieffina svela una sorpresa

SINOSSI

Italia 1600. Michelangelo Merisi è un artista geniale e ribelle nei confronti delle regole dettate dal Concilio di Trento che tracciava le coordinate esatte nella rappresentazione dell’arte sacra. Dopo aver appreso che Caravaggio usava nei suoi dipinti sacri prostitute, ladri e vagabondi, Papa Paolo V decide di commissionare a un agente segreto del Vaticano una vera e propria indagine, per decidere se concedere la grazia che il pittorechiedeva dopo la sentenza di condanna a morte per aver ucciso in duello un suo rivale in amore. Così l’Ombra, questo il nome dell’investigatore, avvia le sue attività di inchiesta e spionaggioper indagare sul pittore checon la sua vita e con la sua arteaffascina, sconvolge, sovverte. UnOmbra che av nelle sue manipotere assoluto, di vita o di morte, sul destino di un genio.