fbpx
Musica / People

Elisabetta Sgarbi chi è la sorella di Vittorio che debutta come produttrice musicale a Sanremo

22 Febbraio 21 / Scritto da:

È nota nel mondo dell’editoria per aver fondato “La Nave di Teseo”

Elisabetta Sgarbi è nota, nel mondo dell’editoria non tanto come la sorella di Vittorio, noto critico d’arte e personaggio tv, quando come la storica direttrice editoriale della casa editoriale Bompiani, poi fondatrice, con Umberto Eco, de La nave di Teseo.

Nel curriculum ha anche la regia e produzione di film e documentari e ora, come ha raccontato oggi, nella trasmissione Rai di Serena Bortone,Oggi è un altro giorno” si prepara al mondo della musica e di Sanremo.

Al Festival con la band degli Extraliscio debutterà infatti come produttrice musicale.

Ad Ansa ha spiegato: “Mi ci ha portato la Letteratura e il mio lavoro di editore. Io seguivo Ermanno Cavazzoni, che pubblico con grande gioia da qualche anno. Ermanno mi ha portato agli Extraliscio. Io mi sono appassionata e come sempre sono andata fino in fondo alle mie passioni. E siamo arrivati a Sanremo”.

Il brano “Bianco Luce Nera” è nato ad aprile: “Ero a Ro, in pieno lockdown, e Mirco Mariani, leader di Extraliscio, mi ha mandato una melodia con incisa la sua voce. Mi ricordo di averla ascoltata nel silenzio più assoluto, lungo l’argine. C’era già il ritornello e c’era già Bianca Luce Nera. Me ne sono innamorata. Pacifico poi ha dato vita a un testo secondo me straordinario: l’ossessione per qualcosa cui non si può resistere e che alla fine si impara a seguire”.

Intanto c’è anche il film di Pupi Avati, “‘Lei mi parla ancora” dedicato ai genitori: “Un caleidoscopio di sentimenti. Sofferenza, felicità, molto orgoglio, grande soddisfazione, insopprimibile malinconia. Ho dovuto vedere scene che non avrei mai voluto rivedere, come la malattia e la morte di mia mamma. E ho vissuto scene che non avrei potuto vivere se non al cinema, che vengono prima di me: il fidanzamento dei miei genitori giovani, per esempio. E non dimenticherò il loro ballo, soli al centro di una balera, mentre si dichiarano il loro amore con gli altri ballerini intorno che li guardano, e gli Extraliscio che cantano ‘Non partir’, arrangiato da Mirco Mariani”.

Molto poco si sa invece sulla vita personale: nata a Ferrara il 9 luglio del 1965 ha 55 anni prima di entrare nel mondo dell’editoria si è laureata in Farmacia e nel 2000 ha fondato la assegna culturale La Milanesiana.