fbpx
21 LUGLIO - People

Chiara Biasi: “Non sono come le Fashion Blogger”

Scritto da:

La fidanzata di Simone Zaza ha parlato della sua vita in un’intervista a Corriere Della Sera

Chiara Biasi è una di quei personaggi che viene considerata influente nel mondo social: la ragazza, fidanzata del calciatore Simone Zaza, vanta su Instagram un milione e 400 mila follower.

buongiorno 🎼 ( #chiarabiasiXpolice 🕶 – shorts @poissondamour_official )

A post shared by Chiara (@chiarabiasi) on

Del suo successo ne ha parlato nel corso di un’intervista rilasciata a Corriere Della Sera.

Chiara spiega cosa significhi, nel concreto essere una cosiddetta “Influencer“: «Mi alzo, mi lavo i denti e ho il telefono in mano. Ricevo centinaia di mail da brand italiani e stranieri per promuovere i loro prodotti. E, per un quarto d’ora ogni due ore, rispondo ai follower. Ai complimenti, replico con un cuoricino. Ai messaggi più articolati, mi dedico».

Al quotidiano ha dichiarato di non essere come una delle tante fashion blogger:

 Mostro il mio lifestyle. Le persone mi chiedono che brioche sto mangiando, com’è l’hotel in cui sto, non solo che outfit indosso, come alle fashion blogger. Chi si definisce tale senza aver studiato moda è ridicola. Io trovo più onesto chiarire che propongo il mio gusto personale. E sa? Non m’interessa fare il manichino.
Non ce l’ha però con Chiara Ferragni, un’amica che l’ha spinta ad aprire il suo primo blog. Se la fashion blogger vale ormai tantissimo Chiara Biasi dice di non sapere quando valga.
La Biasi posta una o due tre foto al giorno ma:
 non carico in diretta, se no arrivano i fan e per due ore è difficile muovermi. In fondo, non conta esprimere l’istante, ma che la t-shirt che ho addosso è cool.

Non teme la pubblicità occulta:

Non ci vedo niente di male, ma mi occuperei anche di chi imbroglia la gente. Io, per dire, non sponsorizzo diete: non mi servono e non voglio guadagnare sulla credulità altrui.

Ma perché la gente dovrebbe seguire una ragazza di 27 anni? Lei risponde senza dubbio: «Per la naturalezza. Per le adolescenti sono la ragazza più grande a cui ispirarsi».

 

Articoli correlati: