22 GENNAIO - News / People

Australian Open: Fabio Fognini è il re delle rimonte

Scritto da:

Il ligure approda al terzo turno della prima prova dello slam dopo l’ennesima lotta al quinto set

La pagina ATP ha scritto “Back from the Brink” ovvero di ritorno dal precipizio, una metafora per indicare la resurrezione tennistica di Fabio Fognini. L’italiano, in una giornata no per i colori azzurri  agli Australian Open (con l’eliminazione al 5° set di Berrettini e la sconfitta di Sinner) ha compiuto l’ennesima impresa sempre e rigorosamente al quinto set.

Al primo turno ha battuto l’americano più alto del circuito, 2 metri e 11, Reilly Opelka (e quindi molto insidioso soprattutto al servizio) dopo una battaglia spalmata su due giorni per interruzione causa pioggia. La pausa ha fatto risorgere il tennista di Arma di Taggia, che a parte uno sfogo contro l’arbitro, ha poi mantenuto alta la concentrazione approdando al secondo turno con il punteggio di 3-6 6-7 6-4 6-3 7-6 dopo che era stato sotto per due set e ripartito da 1 a o.

Fognini ha così realizzato il suo personale slam, vincendo in rimonta in tutte le prove dello Slam: Australian Open, Roland Garros, Wimbledon e US Open.

Ma con Fabio, mai dire mai. Oggi ha dato prova della sua imprevedibilità battendo Jordan Thompson sempre in 5 set: questa volta il numero 12 al mondo era avanti due set, ha perso gli altri due e poi ha vinto l’ultimo  con il punteggio di 7-6, 6-1, 3-6, 4-6, 7-6.

View this post on Instagram

Yesterday: Fognini comes back from two sets down to win a fifth set match tiebreak. Today: Fognini leads by two sets, loses the next two and wins a fifth set match tiebreak. You just can’t predict anything with @fabiofogna 🤪 #AusOpen

A post shared by ATP Tour (@atptour) on

 

Articoli correlati: