05 GIUGNO - Lifestyle / News

Tennis, Fabio Fognini nella top ten: è il primo italiano dopo 40 anni

Scritto da:

Miglior posizione di sempre in classifica per l’atleta

Fabio Fognini sei da 10. Un numero non determina il valore di un giocatore anche se nel tennis in realtà sì, le classifiche contano eccome. Dal 1973 il circuito maschile dell’ATP pubblica il ranking mondiale che indica in termini numerici i risultati di un tennista e già allora l’Italia c’era con Adriano Panatta al numero 4.

Dopo 40 anni, un tennista italiano entra così nella top ten: Fognini da lunedì sarà numero 10 al mondo e per lui sarà best ranking. L’ultima volta che le classifiche avevano visto una bandiera italiana nella lista dei primi dieci giocatori  si parlava di Corrado Barazzuti ed era gennaio 1979 (arrivò al numero 7).

Leggi anche: Fabio Fognini: “Mio figlio, il mio trofeo più bello”

Da allora il movimento italiano ha faticato a trovare una stella. Ora le cose sono cambiante come forse è cambiata anche la carriera di Fognini con la vittoria a Pasqua nel Master 1000 di Montecarlo con cui l’atleta ligure ha finalmente dimostrato sul campo di essere un giocatore da temere, specialmente sulla terra rossa.

View this post on Instagram

Merci Paris 🧡 A tout… #rg19 #onmywayalltheway #ff

A post shared by Fabio Fognini (@fabiofogna) on

Della sua classe e del suo talento poco c’era da dire, innegabile per chi segue questo sport, capire come l’atleta di Arma di Taggia ne avesse da vendere. Peccato che molto spesso la sua testa gli diceva il contrario, facendogli perdere punti e match con sfuriate e uscite poco eleganti. Sulla sua strada poi è arrivata Flavia Pennetta e un figlio, Federico: due punti di riferimento che l’hanno fatto crescere come uomo.

Leggi anche: Tennis, Marco Cecchinato: «La mia annata pazzesca, inaspettata e travolgente»

Il risultato arriva proprio quando si sta giocando il secondo Slam dell’anno a Parigi. È così un Roland Garros dolce amaro per i colori dell’Italia. Se l’anno scorso Marco Cecchinato ai quarti realizzò l’impresa di battere Novak Djokovic approdando  in semifinale, quest’anno le cose sono andate diversamente. Se “Fogna” ha perso con Alexander Zverev agli ottavi si è comunque regalato una piccola grande soddisfazione. “Complice” anche la vittoria di Roger Federer (ai quarti) contro il connazionale Stan Wawrinka che consegna il miglior risultato in classifica all’italiano.

Non ci rimane che dire, Merci Fabio!

 

Articoli correlati: