25 NOVEMBRE - News

Napoli, De Laurentiis ha scelto: al via le multe dopo il rifiuto di andare in ritiro

Scritto da:

Intanto la crisi del Napoli continua anche in campionato 

Tra le delusioni di questo inizio di Campionato di Calcio di Serie A ci sono inevitabilmente Milan e Napoli, perché i tifosi della due società e gli appassionati di calcio si sarebbero aspettati qualcosa in più da due squadre considerate da sempre “big”.

Proprio nel weekend le due squadre si sono scontrante non andando oltre l’1 a 1 un risultato che non fa bene a nessuna delle due formazioni.

Se a Milanello sono corsi ai ripari cercando di dare uno scossone anche con il cambio di allenatore (da Giampaolo a Pioli) in casa Napoli i problemi sono anche a livello societario. Il 5 novembre, dopo la partita di Champions League  i giocatori, in blocco,  hanno rifiutato di andare in ritiro, precedentemente imposto da Aurelio De Laurentiis.

Leggi anche: Ammutinamento Napoli: i giocatori rifiutano il ritiro. La decisione della società

A nulla è servita l’opera di convincimento del vice e figlio del Presidente Edoardo post partita. L’ammutinamento non poteva passare in sordina e così, come riporta Gazzetta Dello Sport, prima di partire da Los Angeles all’Italia De Laurentiis ha dato il via libera per spedire 24 raccomandate con cui si notifica la richiesta di risarcimento che arriverà fino al 25% dello stipendio lordo e che in totale raggiungerà quota 2,5 milioni di euro.

Pesantissima la sanzione economica nei confronti di Allan reo di aver offeso Edoardo e che dovrà pagare 200 mila euro.

I calciatori in queste ore non sono rimasti a guardare e hanno allertato l’Assocalciatori che tutelerà gli interessi della categoria appellandosi al fatto che un ritiro deve essere programmato e soprattutto comunicato con un certo preavviso cosa che non è accaduto visto che il Presidente aveva dato l’annuncio solo attraverso la radio ufficiale.

Lo scenario che si apre ora è quella di una inevitabile spaccatura societaria con giocatori che o se ne andranno o verranno messi sul mercato (come Insigne) e anche l’allenatore Carlo Ancelotti dovrebbe finire la stagione per poi salutare e prepararsi a nuove sfide.

Articoli correlati: