19 NOVEMBRE - News / People

Modena, in settemila contro Salvini. Ci sono anche i pallavolisti Zaytsev e Rossini

Scritto da:

Dopo Bologna anche a Modena scendono in piazza “Le Sardine”

Una marea di gente, una marea di Sardine anche a Modena. Dopo Bologna anche la cittadina dell’Emilia Romagna si schiera contro Matteo Salvini e la sua presenza in città. In quasi settemila scendono, nonostante una pioggia battente, in Piazza Grande.

Spicca, per altezza e non solo, Ivan Zaytsev pallavolista di Modena e pilastro della Nazionale italiana e il suo compagno, il libero, Salvatore Rossini. I due italiani hanno scelto di esserci per dire no all’ondata leghista.

In piazza così riecheggia il coro “Modena non si lega” e si balla al suono di “Bella Ciao”.

L’ex premier doveva parlare in centro ma dopo il flash mob ha preferito cambiare programma scegliendo un ristorante fuori dal centro.

PERCHÈ SARDINE?

Quattro ragazzi bolognesi, Andrea, Giulia, Mattia e Roberto sono gli ideatori dell’iniziativa. L’idea vera e propria è nata da Mattia Sartori, laureato in scienze politiche, che ha raccontato a “Il Resto del Carlino”  che non riusciva a dormire quando ha avuto l’idea di creare questo movimento di “resistenza”. Il nome è stato scelto proprio per evidenziare che tanti avrebbero e continuano ad aderire riducendosi a essere stretti come sardine. In più il pesce è muto silenzioso lontano dai clamori dei comizi e da qualsiasi colore politico.

 

 

Articoli correlati: