30 SETTEMBRE - News / People

Manuel Bortuzzo: “Se non si è destinati a fare una cosa ce ne sono altre 100 mila”

Scritto da:

Tra i primi ospiti di “Che Tempo che Fa”

Manuel Bortuzzo ha visto la sua vita cambiare in poche frazioni di secondo. Lui promessa del nuoto azzurro da quando è stato vittima di un incidente nella notte tra il 2 e 3 febbraio  ha perso l’uso delle gambe.

Il 20enne è stato così tra i primi ospiti della nuova edizione di “Che tempo che fa“. Nella breve chiacchierata di cui è stato protagonista ha dimostrato lucidità, maturità e soprattutto una grande forza d’animo.

Quando gli richiede della sentenza (prevista per il 30 settembre) che determinerà il futuro dei suoi aggressori è quasi disinteressato “tanto –  come afferma – qualsiasi sentenza non mi ridarà l’uso della gambe” una dichiarazione pronunciata non cercando pietà ma solo come presa di coscienza.

Manuel, che non si sbilancia su un futuro paralimpico, anche se da qualche mese ha ripreso a nuotare.

Ho imparato ad avere pazienza. Ho scoperto che dentro ognuno di noi c’è una forza che non conosciamo ed esce quando viene messo alla prova.

Essere pazienti e capire che “Se non si è destinati a fare una cose ce ne sono altre 100 mila”. Questa la lezione più grande che ha imparato il ragazzo di Treviso e che deve servire da insegnamento per chi lotta per il conseguimento dei propri sogni.

Articoli correlati: