14 NOVEMBRE - Lifestyle / News

Libri, le migliori uscite del mese di novembre

Scritto da:

Per voi qualche consiglio

Ritagliarsi del tempo libero per dedicarsi a una attività ricreativa come la lettura è sempre una buona idea. Se avete una Wish List ovvero una lista dei desideri dei libri che vorreste leggere aggiungiamo qualche titolo.

Brevi Lezioni di Felicità di James Bowen (edito da Sperling e Kupfer € 15,90)

La storia di James, musicista di strada, è stata raccontata nei volumi  “A spasso con Bob”, “Il mondo secondo Bob” e “Un dono speciale di nome Bob”.

SINOSSI

James, ha fatto tante scelte sbagliate nel suo passato di dipendenza. Ma la decisione di adottare Bob, trovato indifeso e ferito fuori dalla porta di casa, è stata probabilmente la più saggia che abbia mai preso: l’amicizia con quel gatto randagio pel di carota, conosciuto oggi in tutto il mondo, ha cambiato per sempre le loro vite.
La convivenza con lui ha aiutato James a dare una svolta alla sua esistenza, facendogli aprire gli occhi in molte occasioni e Bob si è rivelato spesso una fonte d’ispirazione.
Brevi lezioni di felicità è una raccolta di pillole di saggezza felina per affrontare gli alti e bassi della vita ispirate alla loro esperienza insieme. Dal valore dell’amicizia all’importanza di rimanere calmi, dal saper apprezzare le piccole gioie quotidiane alle regole per ottenere il massimo da noi stessi: con i suoi comportamenti Bob ci insegna come sopravvivere ai contraccolpi della vita e affrontarla con coraggio.

View this post on Instagram

Un gatto può insegnarci ad essere felici? Bob può e ci offre delle pillole di saggezza felina in Brevi lezioni di felicità, il nuovo libro di @bob_der_streuner (@streetcatnamedbob), dal 12 novembre in libreria!🐱 #brevilezionidifelicità #bob #jamesbowen #sperlingkupfer #books #bookstagram

A post shared by Sperling & Kupfer (@sperlingkupfer) on

Spring Girl di Anna Todd (edito da Sperling e Kupfer € 17, 90 in uscita il 26 novembre)

Anna Todd deve il suo successo alla saga di “After” (da cui è stato anche tratto un film). L’autrice torna ora con “Spring Girl” una rivisitazione moderna di “Piccole Donne”.

SINOSSI

Meg, Jo, Beth e Amy Spring sono sorelle. Diversissime, eppure unite da un legame più forte di ogni contrasto. Vivono con la madre in una base militare nei pressi di New Orleans, mentre il padre, ufficiale dell’esercito americano, è in missione in Iraq.
La più grande, Meg, attende con ansia la proposta di matrimonio del fidanzato, ma il ritorno di un vecchio «amico» e un’ombra del passato sembrano turbare i suoi piani.
Beth, la più introversa, è a disagio in mezzo agli sconosciuti; adora stare a casa, cucinare e prendersi cura della famiglia. Se fosse un profumo, sarebbe l’aroma dei biscotti appena sfornati.
Jo è la ribelle del gruppo: impulsiva e appassionata, sogna di fuggire a New York, diventare una giornalista e cambiare il mondo. Niente può fermarla, nemmeno l’amore. Finché l’incontro con il vicino di casa Laurie inizia a mettere in dubbio le sue certezze.
Amy è la più piccola; impaziente di assaporare la vita, non può che stare a guardare le sorelle – e intromettersi come può – mentre si destreggiano tra primi amori e delusioni, amicizie sincere e tradimenti, cyberbullismo e social network.
In un anno cruciale per il destino della famiglia Spring, le quattro sorelle affronteranno sfide impreviste, paure, cambiamenti. Alla ricerca di un destino da costruire con le proprie mani, di una vita di cui andare fiere.

“Il gioco di Lollo” di Federica Angeli (edito da Baldini + Castoldi, € 18)

Federica Angeli (Roma, 1975), cronista di nera e giudiziaria, scrive per «la Repubblica» dal 1998, dove è redattrice dal 2005. Dal 2013 vive sotto scorta dopo le minacce mafiose ricevute mentre svolgeva un’inchiesta sulla criminalità organizzata a Ostia.

SINOSSI.

Una madre, una giornalista e una città, Ostia, dove si spara per le strade. È pensando proprio ai suoi bambini ancora piccoli che Federica Angeli decide di denunciare quel che ha visto una notte dal balcone di casa. A Ostia tutti tacciono, anche quella notte. Lei no, perché sa che domani i suoi figli, diventati adolescenti, potrebbero camminare per quelle vie trasformate in far west. Lollo è il maggiore e ha solo otto anni quando i suoi genitori gli annunciano che la mamma ha vinto quattro autisti come premio per un suo articolo. È invece la scorta che le è stata assegnata dopo la sua denuncia. Per Federica Angeli combattere i clan che avvelenano la vita di Ostia è una priorità, lo fa ogni giorno dalle pagine di «la Repubblica», armata soltanto della sua penna, con le indagini che smascherano il malaffare e ne provano l’impronta mafiosa. Ma la serenità dei suoi figli conta ancora di più, ed ecco allora che con il marito trasforma magicamente la sua lotta alla malavita in un gioco, come il Guido di La vita è bella di Benigni, che riesce a nascondere in una cabina il figlio Giosuè dicendogli di giocare a nascondino mentre i tedeschi fanno strage dei deportati rimasti nel campo di concentramento. È l’unico modo per non stravolgere la loro esistenza, trasformare le guardie del corpo negli autisti vinti come premio, le minacce continue in prove da superare per accumulare punti in vista di un regalo ancora più grande, una villa degna di una rockstar.

View this post on Instagram

«Mamma, che andiamo a fare al mare?» «A guardare la mafia.» «La mafia? Cos’è, una balena? Una specie di pesce?» «No, la mafia è un’organizzazione criminale molto brutta e pericolosa. Un mostro orrendo» disse con la voce roca che faceva quando doveva metterci paura nelle storie che raccontava. 📚📚📚📚📚📚📚 Una madre, una giornalista e una città, Ostia, dove si spara per le strade. È pensando proprio ai suoi bambini ancora piccoli che Federica Angeli decide di denunciare quel che ha visto una notte dal balcone di casa. A Ostia tutti tacciono, anche quella notte. Lei no, perché sa che domani i suoi figli, diventati adolescenti, potrebbero camminare per quelle vie trasformate in far west. #bookstagram #booklover #book #federicaangeli #no #mafia #ilgiocodilollo #educazione #baldinicastoldi Link in Bio

A post shared by Baldini+Castoldi (@baldinicastoldi) on

“Professione Travel Blogger” di Andrea Petroni (edito da Dario Flaccovio Editore € 22,00 euro)

Il travel blogger Andrea Petroni è fondatore del sito VoloGratis.org che ha aperto nel 2009 diventando subito un punto di riferimento nel settore viaggi.

SINOSSI

Il libro vuole essere una guida pratica e operativa per tutti coloro che si avvicinano al mondo del blogging per la prima volta, e incuriositi da questo mondo vogliono comprendere come aprire un blog, gestirlo una volta avviato e valorizzarlo al meglio.

Ma “Professione Travel Blogger” è pensato anche per i blogger più esperti, già attivi da diverso tempo con il proprio progetto e che vogliono migliorare un aspetto imprescindibile come la presenza online, attingendo direttamente dall’esperienza pluriennale dell’autore. Ad impreziosire il libro ci sono dieci interventi di altrettanti professionisti, che condividono con i lettori la loro esperienza e consigli pratici per immergersi in una professione ancora misteriosa ma decisamente perfetta per chi vuole coniugare il lavoro al piacere del viaggio.

View this post on Instagram

⭐️Qual è il posto più assurdo o più particolare in cui sei stato? 🇹🇭Il mio senza ombra di dubbio è stato il tempio bianco di Chiang Rai (Wat Rong Khun) realizzato dall’artista thailandese Chalermchai Kositpipat. La costruzione è iniziata nel 1997 e ancora non del tutto completata. È un tempio tutto bianco, colore che simboleggia la purezza e ricco di specchietti che rappresentano la saggezza. Per accedere all’interno si attraversa il “Ponte del ciclo della Rinascita” con sotto centinaia di mani che simboleggiano il desiderio sfrenato. Il ponte sta a significare che la via della felicità passa per la rinuncia alle tentazioni. Quando poi si entra attraversando il portone chiamato la “Porta del Cielo” le immagini del Buddha si mescolano a personaggi malefici come Freddy Kruger e Bin Laden, a idoli occidentali come Harry Potter, Spiderman e Michael Jackson, o scene di attentati terroristici, che mostrano la malvagità umana. Harry Potter & co. non sono compresi nei malvagi ma stanno lì per confondere un po’ il messaggio. Purtroppo all’interno non si possono scattare fotografie e all’esterno ho dovuto “lottare” con ombre malefiche e luci improponibili, e con gruppi di turisti che premevano per scattarsi foto ovunque 😃 . . . . #thailandia #amazingthailand #viaggiaredasoli #ingiroperilmondo #amoviaggiare #viaggiando #inviaggio #viaggio #diariodiviaggio #kilimangiarorai #travelblogger #travelinfluencer #blogdiviaggi #viaggiando #bloggeritalia #bloggeritaliani #visitthailand #whitetemplechiangrai #watrongkhun #voglioviverecosì #unavitainvacanza #viaggiarechepassione #ingiroperilmondo #girodelmondo #meravigliedelmondo #zainoinspalla #viaggia #whitetemple #chiangrai #chiangraitrip

A post shared by ANDREA PETRONI Travel Blogger (@vologratis) on

 

 

 

 

Articoli correlati: