fbpx
05 AGOSTO - News

Esplosione a Beirut: oltre 100 morti. Il Ministro della salute: “Lasciate la città”

Scritto da:

Continua a salire il bilancio delle vittime

Una devastante esplosione ha scosso la città di Beirut nel Libano. Sono impressionanti le immagini diffuse dalle principali emittenti televisive del mondo e diventate subito virali.

Due esplosioni che potrebbero essere state provocate dall’incendio di 2750 tonnellate di nitrato di ammonio. A sostenere la tesi anche il presidente del paese,  Michel Aoun, che ha spiegato come la quantità di esplosivo fosse stata sequestrata anni fa da un nave.

Le immagini diffuse ricordano quasi, per l’impatto e per la violenza, quelle dell’esplosione di Hiroshima, in Giappone durante la Seconda Guerra Mondiale e forse anche per questo il presidente USA, Donald Trump sostiene che le due esplosioni siano causate da una bomba.

Una tesi, però, prontamente smentita da alcune fonti della Difesa statunitense. Al momento, intanto, il Ministro della Salute ha esortato tutti i cittadini, ove possibile, ad abbandonare la città a causa dell’aria tossica.

Il capo della Croce Rossa Libanese, George Kettani, ha spiegato: “Ci sono vittime e vittime ovunque. Oltre 100 persone hanno perso la vita. Le nostre squadre stanno ancora conducendo operazioni di ricerca e salvataggio nelle aree circostanti”.

Secondo le ultime stime ci sarebbero anche più di 100 dispersi e sarebbero rimasti feriti anche alcuni soldati delle forse di pace navale. Tra i feriti anche un militare italiano che al momento sta bene.

 

 

Articoli correlati: