17 AGOSTO - Moda / News

Donatella Versace: “Non ho mai voluto mancare di rispetto alla Cina”

Scritto da:

Le scuse dopo il lancio di una T-shirt…

Ancora una volta un errore di comunicazione con la Cina è costato tanto a un marchio italiano. A chiedere scusa, questa volta è stata Donatella Versace, a nome del suo brand.”Mi dispiace profondamente per lo sfortunato errore – scrive Donatella Versace – Non ho mai voluto mancare di rispetto alla sovranità Nazionale della Cina“.
Ma facciamo un passo indietro, cosa è successo? I media cinesi hanno denunciato che su una t-shirt venduta da Versace nel Paese apparivano nomi di città con la nazione di appartenenza sbagliata, in particolare non venivano elencate Hong Kong e Macao come parte della Cina. Sui social Versace è stata accusata di attentare alla sovranità nazionale. E intanto la T-Shirt è stata tolta dal commercio.

View this post on Instagram

“I am deeply sorry for the unfortunate recent error that was made by our Company and that is being currently discussed on various social media channels. Never have I wanted to disrespect China’s National Sovereignty and this is why I wanted to personally apologize for such inaccuracy and for any distress that it might have caused.” @donatella_versace

A post shared by Donatella Versace (@donatella_versace) on

Di certo le è andata meglio di Dolce & Gabbana, che dopo l’errore di comunicazione di uno spot è stato costretto a non sfilare e a ritirare la collezione dagli store cinesi.

Ecco la T-shirt “incriminata”:

Articoli correlati: