24 SETTEMBRE - Moda / Sfilate

Dior SS 20: la natura incontaminata e il rapporto con l’uomo

Scritto da:

La collezione Primavera/Estate 2020 indaga il rapporto degli esseri umani con la natura e gli alberi portati in passerella verranno piantati nelle strade di Parigi

 

La sfilata Dior SS 20 è immersa nella natura. Nel vero senso della parola. Le modelle sbucano dalle piante, ai piedi hanno solo biker boots e sandali flat. La parola d’ordine della collezione è comfort. La bellezza della natura incontaminata e la visita a Marc Jeanson, esperto di botanica e Direttore del Grand Herbier al Museo di Storia Naturale di Parigi sono stati il punto di partenza di Maria Grazia Chiuri.

La Primavera/Estate 2020 di Dior è all’insegna dell’austerità. Del rigore e della disciplina. Camicia sotto mini dress e tutine. La rafia è il materiale più utilizzato in passerella. Per i vestitini corti e persino per le balze vaporose degli abiti lunghi. Il mondo bucolico è al centro della collezione.

Tutine, shorts, sahariane vengono accostate a tulle, veli, trasparenze. Predominano i toni chiari del cammello, sabbia, terra bruciata.

Gli accessori  saranno il vero punto forte della Maison. Orecchini singoli, maxi occhiali, cappelli e le immancabili borse. Dall’intramontabile Lady Dior alla grintosa Saddle fino alla Book, vengono rivisitate con i temi della sfilata. Fiori, piante, erbe sono le vere protagoniste in passerella. La Maison indaga il rapporto dell’uomo con la natura, in cui gli alberi fungono da mediatori tra la Terra e il Sole. Catturano la luce e ce la restituiscono.

Tutti gli alberi che hanno dato vita alla passerella verranno piantati a Parigi. Di certo una collezione non di grande impatto, ma attenta al nostro ecosistema.

View this post on Instagram

La Fashion Week a Parigi si apre ufficialmente con la sfilata Dior SS 20, ispirata al mondo bucolico e alla natura 🌳

A post shared by 361 Magazine (@361magazine) on

 

View this post on Instagram

A quiet moment before guests arrive for the #DiorSS20 show. Take a closer look at Dior's pluralistic garden, landscaped in collaboration with @AtelierColoco. Stay tuned for more!⁠ #PlantingForTheFuture⁠ © @AdrienDirand⁠

A post shared by Dior Official (@dior) on

 

 

 

View this post on Instagram

In her first Haute Couture collection for Dior, @MariaGraziaChiuri presented ‘Essence d'herbier’, a reinterpretation of the ‘Miss Dior’ dress embellished with meadow flowers reprising an exclusive embroidery sample from the Christian Dior Museum in Granville, Normandy. Today, for Spring-Summer 2020, the Creative Director continues to explore herbaria, harnessing the savoir-faire of the Dior ateliers. In this video, she pays a visit to Marc Jeanson, the botanist and Director of the Grand Herbier at the Museum of Natural History in Paris (@Le_Museum), where the archives are the living memory of nature's beauty and diversity. Stay tuned for the new #DiorSS20 collection unveiling on 24th September at 3pm Paris time!

A post shared by Dior Official (@dior) on

 

 

 

 

Articoli correlati: