armani-uomo
22 GIUGNO - Sfilate

Armani Uomo P/E 2017: una vita in viaggio

Scritto da:

“Ma i veri viaggiatori partono per partire e basta: cuori lievi, simili a palloncini che solo il caso muove eternamente, dicono sempre “Andiamo”, e non sanno perchè. I loro desideri hanno le forme delle nuvole” (C. Baudelaire)

Sembra uscire da un romanzo che ha per protagonista romantici viaggiatori e instancabili esploratori, l’uomo che Giorgio Armani ha pensato per la Primavera/Estate 2017.
Basta immaginare i paesaggi dell’America dell’ovest e una canzone country di sottofondo o i deserti del Marocco per ritrovarsi subito proiettati nel mood di questa Collezione, presentata sulle passerelle di Milano Moda Uomo. La Primavera/Estate firmata Armani prende spunto dai colori della terra come il sabbia, il terra bruciata, il tortora e qualche accenno di rosso e blu navy. Le forme sono fluide e i materiali leggeri, ideali per viaggiare e sentirsi a proprio agio.

armani-uomo

armani-uomo

I pantaloni, ad esempio, sono lunghi o arrivano alla caviglia e presentano volumi ampi sul cavallo; le maglie in tessuto garzato, lino o cotone sono animate da fantasie ton sur ton o a contrasto, sempre caratterizzate dalla sobrietà propria dell’Uomo Giorgio Armani: dal checked del pantalone all’effetto maiolica delle giacche, passando per le sottili e sbiadite pennellate delle polo.

armani-uomo

armani-uomo

armani-uomo

Nulla di eccessivo, insomma, ma una Collezione casual e portabile la cui classe traspare senza sforzi grazie alle giacche destrutturate, firma della Maison, all’attenzione per il dettaglio e alla pulizia delle linee. 
Ruolo fondamentale lo giocano gli accessori, dal cappello di paglia alla borsa in pelle e allo zaino, ricettacolo di ricordi. Souvenirs, macchina fotografica, mappe e taccuini sono gli abitanti delle maxi bag a mano o a tracolla da cui l’Uomo Giorgio Armani, la prossima estate, non può proprio separarsi.

armani-uomo armani-uomo

armani-uomo

armani-uomo

Fondamentali all’interno del look sono anche gli occhiali con lente fumé, dalla forma tonda e dalla montatura sottile, per ripararsi dal sole caldo dell’estate e regalare un’aria di mistero da Indiana Jones dei nostri tempi. Le cinte sono a contrasto e mai abbinate alle scarpe che vanno dal mocassino in suede allo scarponcino e alla stringata.

armani-uomo armani-uomo

armani-uomo armani-uomo

È un sogno e un augurio, dunque, quello che vuole trasmettere la Primavera/Estate 2017 di Giorgio Armani Uomo: l’augurio di viaggiare e non smettere mai di curiosare per il mondo, ricordando che la vita è un viaggio e chi viaggia… vive due volte!

Articoli correlati: