28 DICEMBRE - Moda

Calvin Klein nella bufera: Raf Simons lascia e addio sfilate

Scritto da:

Dopo due anni come direttore creativo del brand, a otto mesi dalla scadenza del contratto ha detto addio 

Sono passati meno di due anni dall’arrivo di Raf Simons da Calvin Klein, ma a 8 mesi dalla scadenza del contratto ha fatto un passo indietro (o in avanti, chissà…!) e ha abbandonato il brand. L’addio del direttore creativo, però, avrà una conseguenza immediata: Calvin Klein non sfilerà nella prossima fashion week di febbraio. In un mese sarà impossibile per qualsiasi designer dar vita ad una intera collezione.

View this post on Instagram

Light up the holidays: @she.s.lola in our #CALVINKLEINUNDERWEAR #Monogram #logo triangle #bralette and #CALVINKLEINJEANS. Lensed by @milli_madeleine. ⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀⠀ Share yours. #MYCALVINS

A post shared by CALVIN KLEIN (@calvinklein) on

 

L’arrivo di Simons nel 2016 aveva fatto parlare di importanti novità, ma da qualche mese si respirava aria di guerra nell’aria. Il compenso milionario era giustificato dal fatto che non era solo creative director del brand, a lui spettava revisionare anche tutti gli aspetti di design e marketing.

Il suo talento gli ha fatto conquistare due CFDA (premi del Council of Fashion Designers of America) come Designer of the Year  per le sue collezioni donna e uomo. E ora dove sarà il futuro di Raf Simons? Forse tornarà a Parigi…

View this post on Instagram

Mornings in #MYCALVINS: @shanimarq lounges in our #ModernCotton #bralette and thong #matchingset from #CALVINKLEINUNDERWEAR. Lensed by @dioburtophoto.

A post shared by CALVIN KLEIN (@calvinklein) on

 

Articoli correlati: