21 FEBBRAIO - Moda / Sfilate

Fendi A/I 2019: il ricordo di Karl Lagerfeld nella sua ultima collezione

Scritto da:

L’ultima collezione di Karl Lagerfeld. L’omaggio agli anni Settanta, i pois e i maxi fiocchi

“Sono triste” di Ornella Vanoni apre la sfilata Fendi Autunno/Inverno 2019-2020 e rispecchia un po’ l’aria mesta che si respira in passerella. Si tratta dell’ultima collezione disegnata da Karl Lagerfeld. Il direttore creativo della linea donna della Maison ha voluto lasciare la sua ultima tangibile impronta. Nessun eccesso. Linee pulite, pochi e azzeccatissimi dettagli bon ton. Maxi fiocchi avvolgono gli abiti e si posano dietro la schiena.

I materiali sono impalpabili, nonostante si tratti di una collezione invernale, le sete pregiate si fanno sottilissime. L’organza lascia intravedere i collant griffati. Sembra che i capi spalla stiano lì a proteggere la fragilità dei tessuti.

Terra bruciata, caramello, cammello: vengono declinate tutte le nuances della terra. Al beige vengono accostati il rosa fragola e il verde acqua. La vernice regala divertenti colpi di colore. Su cappotti, gonne, scarpe. Stivali, ankle boots e Mary Jane gialli, rosa, rossi. Si gioca con gli accessori. La Peekaboo e la Baguette vengono tinte nella vernice e brillano di una nuova luce. Mini e maxi bag si sovrappongono. Esattamente come i plissè delle gonne e degli abiti.

Chic ed essenziale. Quel rigore tanto amato da kaiser Karl fa sentire tutta la sua imponenza. E si scioglie davanti ai fiocchi, gli stessi con cui era solito legare la sua coda bassa.

Dall’inizio alla fine della sfilata non si è mai spenta una scritta: “Love Karl“. E l’amore verso il designer scomparso era evidente anche negli occhi delle sue modelle predilette: Vittoria Ceretti, Kaia Gerber, Bella Hadid. Gigi Hadid ha chiuso la sfilata con le lacrime soffocate e un forte applauso.

Il passo finale, quello più difficile è toccato a Silvia Venturini Fendi, che per la prima volta è uscita senza Karl a prendersi tutti gli applausi, visibilmente commossa.

Alla fine, l’ultimo omaggio della Maison al genio incontrasto:

“Karl ricordi quando sei arrivato per la prima volta nella Maison Fendi?”

E lui inizia a disegnare il suo arrivo negli anni Sessanta. Lo ricordava, eccome. “Karl mancherai terribilmente”.

View this post on Instagram

A heartfelt tribute to Karl Lagerfeld, Fendi's Ready to wear and Couture designer for over five decades. Karl, you will be dearly missed.

A post shared by Fendi (@fendi) on

 

 

Articoli correlati: