19 AGOSTO - Moda / People

Coco Chanel: le lezioni di stile e di vita restano più vive che mai

Scritto da:

La stilista è morta il 19 agosto di 136 anni fa, ma i suoi insegnamenti sono un patrimonio per la moda e non solo

La forza si ottiene con i fallimenti, non con i propri successi” e Coco Gabrielle Chanel lo ha dimostrato per tutta la sua vita. Anche prima di  essere conosciuta con il soprannome di “Coco”. Fin da quando è nata, esattamente il 19 agosto di 136 anni fa a Saumur, nella Loira, ha saputo che la sua vita non sarebbe stata affatto facile. Cresciuta con le suore, in un orfanotrofio, è qui che nasce la passione per il bianco e nero, colori predominanti negli abiti delle suore. Poi, inizia a lavorare come commessa a 18 anni, a 26 inizia a realizzare cappelli di paglia, a 27 apre la sua boutique al 31 di Rue de Cambon, a 43 anni lancia la “petite robe noire“, il vestitino nero che qualsiasi donna deve avere nel suo armadio.

View this post on Instagram

#CHANELHolidays, a summer retrospective. Photographed by Karl Lagerfeld in Antibes, starring @SaskiadeBrauw and @JoanSmalls. #CHANEL #SaskiadeBrauw #JoanSmalls © CHANEL Spring-Summer 2012

A post shared by CHANEL (@chanelofficial) on

Senza mai farsi prendere dallo sconforto, la stilista, si è rimboccata le maniche e ha voltato pagina, ricominciando d’accapo. Come quando è scoppiata la Seconda Guerra Mondiale, e invece di chiudere i suoi negozi, ha iniziato a utilizzare tessuti resistenti come il denim per capi pratici, perchè le donne si dovevano dare da fare con i mariti in guerra. Non si è persa d’animo nemmeno quando ha perso quello che poi definirà l’unico suo vero grande amore, Boy Chapel. E, proprio a lui Karl Lagerfeld ha dedicato la celebre borsa, che “ogni fidanzato dovrebbe regalare!”.

Insomma, l’eredità di Chanel continua a vivere sulle passerelle della Maison che ha reso celebre col suo nome. E con Virginie Viard come direttrice creativa, continua a respirare attraverso i tessuti e quel savoire faire che non si può dimenticare. E tutt’altro che leggero, continua ad avere un peso fondamentale nel panorama della moda.

 

Articoli correlati: