fbpx
04 MARZO - Accessori / Moda / Sfilate

Chanel A/I 2020: la libertà di essere se stesse

Scritto da:

Virginie Viard impone un solo diktat: “Essere libere!”

Chanel è un universo valoriale da cui non si smette mai di imparare. “Freedom!”, “Libertà” è la parola d’ordine di Virginie Viard, direttrice creativa alla guida della Maison dopo Karl Lagerfeld. Dal suo maestro lei ha imparato tanto. Tutto quel savoir faire che riporta in passerella e continua a far vivere anche Kaiser Karl. Per la Collezione Autunno/Inverno 2020 Chanel rivolge un invito a tutte le donne: rivendicare la libertà.

Essere libere di avere il vento tra i capelli, di infrangere tutte le regole che ci vogliono composte, di prendere esempio dalla corsa dei cavalli. Così, con i capelli scompigliati, il vento in faccia e le gambe leggere non importa se corriamo o camminiamo come le modelle in passerella, ciò che conta è la sensazione che avvertiamo.

View this post on Instagram

RIANNE with VITTORIA at the Fall-Winter 2020/21 Ready-to-Wear show in Paris. See the full show on Instagram Stories. #CHANELFallWinter #CHANEL @RianneVanRompaey @Vittoria @inezandvinoodh #InezandVinoodh @MaisonDesrues #Desrues @Lesage #Lesage

A post shared by CHANEL (@chanelofficial) on

 

Il viaggio della Maison inizia proprio da qui. Dalle sensazioni che ci fanno riscoprire la vera essenza delle cose. Trasportata nella Collezione, l’idea della liberazione parte dal liberarsi di tutto ciò che è inutile. Strano da dirsi per una casa di moda come Chanel che degli accessori ha fatto il suo punto di forza. Il messaggio è molto più profondo.  Allontanarsi da tutto ciò che ci fa sentire imbrigliati, costretti o impacciati.

Glamour non è sinonimo di scomodo. Il punto di partenza della Viard è una foto di Karl Lagerfeld del 1980 con Anna Piaggi, eclettica giornalista di moda. La collezione profuma di un nostalgico e libero romanticismo.

Le corse di cavalli, tanto amate anche da Coco Chanel, inizialmente per assecondare una passione dell’unico uomo che abbia mai amato, Boy Chapel, rivivono sulla passerella del Grand Palais.

Non mancano le giacche in tweed e i tailleur. Verde pistacchio. Pantaloni ampi con spacchi e bottoni, di ispirazione sporty. Rosa fragola.

Bangle ai polsi. Cappotti. Pellicce. Perle. Ci sono perle ovunque. In vita, in testa, nelle spille, sulle tracolle. Collant con la doppia C, bianchi o neri, stivali in pelle con risvolto.

Shorts da sfoggiare sotto i cappottini, giacche, ma anche gonne con ampi spacchi.

Piume sulle maniche, rouches vaporose sulle camicie. Per essere libere di volare verso progetti, sogni, desideri.

View this post on Instagram

EVELYN at the Fall-Winter 2020/21 Ready-to-Wear show in Paris. #CHANELFallWinter #CHANEL @NagyEvelinn @inezandvinoodh #InezandVinoodh

A post shared by CHANEL (@chanelofficial) on

 

Articoli correlati: