fbpx
361News / Lifestyle

Viaggi, tante cancellazioni per Covid: le indicazioni di Assoutenti

30 Dicembre 21 / Scritto da:

Ecco come si possono tutelare i viaggiatori: i consigli di Assoutenti

Oltre 500mila italiani rischiano di rimanere a terra a causa della cancellazione dei viaggi e del proprio volo a causa degli aumenti dei contagi da covid.

A dirlo Assoutenti, che segnala la situazione di caos scoppiata nel settore aereo.

Molte compagnie sono state costrette a cancellare voli a causa della positività del personale, delle restrizioni decise dai governi stranieri e della forte contrazione dei viaggi da parte dei cittadini.

Nei prossimi giorni le compagnie aeree low cost e tradizionali prevedono di tagliare numerosi voli a causa dell’aggravarsi della situazione sanitaria in Italia e all’estero, e si stima che circa 500mila italiani che hanno in mano biglietti aerei rimarranno a terra – spiega il presidente Furio Truzzi – Uno scenario che mette a serio rischio i diritti dei viaggiatori, in favore dei quali la normativa comunitaria riconosce in questi casi il rimborso del titolo di viaggio oltre a un indennizzo in denaro fino a 600 euro.

Assoutenti, mette il proprio staff di legali ed esperti a disposizione di quanti, a partire da Capodanno, subiranno la cancellazione del volo o registreranno problemi.

Leggi anche: Viaggiare con i bambini durante le vacanze natalizie, ecco tutte le regole

Passeggeri che possono far valere i propri diritti contattando l’associazione alla mail nessunoescluso@assoutenti.it o la linea whatsapp 3517353200.

LE REGOLE DI ASSOUTENTI

È stata anche diffusa una linea guida.

In base al Reg. (CE) n. 261/04 in caso di cancellazione del volo il passeggero ha diritto alla scelta tra le seguenti tre opzioni:

–         rimborso del prezzo del biglietto per la parte del viaggio non effettuata

–         imbarco su un volo alternativo quanto prima possibile in relazione all’operativo della compagnia aerea

–         imbarco su un volo alternativo in una data successiva più conveniente per il passeggero

Le compagnie aeree devono poi garantire assistenza, pasti e bevande in relazione alla durata dell’attesa, sistemazione in albergo nel caso in cui siano necessari uno o più pernottamenti, trasferimento dall’aeroporto al luogo di sistemazione e viceversa.

È prevista inoltre in favore del passeggero una compensazione pecuniaria variabile in base alla distanza in km del volo (250 euro per tratte sotto i 1.500 km, 400 euro per tratte tra i 1.500 e 3.500 km, 600 euro per tratte superiori ai 3.500 km)

La compensazione pecuniaria non è dovuta nel caso in cui:

–         la compagnia aerea possa provare che la cancellazione del volo sia stata causata da circostanze eccezionali;

–         il passeggero sia stato informato della cancellazione con almeno due settimane di preavviso.

Nel periodo compreso tra due settimane e sette giorni prima della data di partenza e nel caso in cui venga offerto un volo alternativo. La  partenza deve essere non prima di 2 ore rispetto all’orario previsto e con arrivo finale al massimo quattro ore dopo l’orario originariamente previsto. Meno di sette giorni prima e nel caso in cui venga offerto un volo alternativo con partenza non più di un’ora prima dell’orario originariamente previsto e con arrivo presso la destinazione finale al massimo due ore dopo l’orario originariamente previsto.

Tag:, , , ,