unko-museum-giappone-museo-della-cacca
13 MARZO - Lifestyle

Unko Museum, arriva in Giappone un coloratissimo museo della popò

Scritto da:

Piacerebbe a Dottor Slump & Arale l’Unko Museum, insolita esibizione temporanea pensata per divertire senza disgustare

 

Unko Museum museo della cacca giappone

 

Di musei strani è pieno il mondo, e in quanto a bizzarrie i giapponesi sanno bene come farsi riconoscere (e molto spesso amare). L’ultima trovata nipponica è l’apertura nientemeno che di un… museo della popò. Sì, avete capito bene. Non fatevi però subito venire in mente immagini disgustose. L’Unko Museum (“unko” in giapponese vuol dire cacca), sarà un posto iper colorato e giocoso. La popò che si troverà al suo interno non avrà nulla di realistico, ma assomiglierà molto di più a un emoji, o per chi si diletta con anime e manga, alla buffa cacca rosa parlante di Dottor Slump & Arale.

Leggi anche: Yufuin Floral Village: il “villaggio inglese delle fate” giapponese

 

Unko Museum museo della cacca giappone

 

Si tratterà di un ‘poop museum’ temporaneo, con inaugurazione il 15 marzo e chiusura il 15 luglio 2019, e sarà ospitato dalla città di Yokohama. Quello all’interno del quale ci si ritroverà a camminare sarà un mondo un po’ fiabesco un po’ eccentrico, che catturerà lo sguardo con i suoi colori arcobaleno e sarà suddiviso in tre sezioni. Sezioni i cui nomi giocano con la parola ‘unko’: un’teractive, un’stra-genic e un’telligence. Vasche ripiene di palline e colorate popò stilizzate caratterizzeranno gli ambienti, che senza dubbio offriranno ai visitatori più social la possibilità di darsi a scatti originali da postare su Instagram.

C’è da dire che l’Unko Museum (qui il sito ufficiale) non è certo il primo museo della cacca al mondo (pensate ad esempio al National Poo Museum sull’Isola di Wight), ma sicuramente è quello che si presenta come il più buffo e simpatico, in tipico stile kawaii giapponese. L’esposizione si preannuncia infatti più interattiva che didattica, tra giochi e sculture giganti.

I viaggiatori che quest’anno visiteranno il Giappone in primavera, avranno dunque qualcosa in più da guardare, al di là dei ciliegi in fiore. E scatti insoliti da inserire nel proprio album fotografico!

 

Unko Museum museo della cacca giappone

 

Articoli correlati: